ViaggiNews

Viaggi aerei: ecco il posto più pericoloso

venerdì, 8 febbraio 2013

AEREO POSTO PERICOLOSO FINESTRINO CORRIDOIO SALUTE  TROMBOSI/ ROMA – Meglio il posto vicino al finestrino o quello sul corridoio? Se volate con compagnie low cost (clicca qui per scoprire come fanno a risparmiare) e non volete pagare un sovraprezzo dovrete accontentarvi di quello che troverete libero. Ma se viaggiate con una compagnia di bandiera e state per compiere un lungo viaggio intercontinentale di 8-10 ore, allora sarà bene riflettere sulla scelta del posto. Qui non si parla di incidenti aerei e di quale posto sia più disgraziato dell’altro (le statistiche dividono equamente le possibilità fra coda, ali e cabina di pilotaggio, quindi arrendetevi alla vostra cabala), qui parliamo di salute in volo. E ci sono molte più probabilità che durante un viaggio lungo possiate avere una trombosi venosa piuttosto che siate vittima di un incidente aereo. Per evitare di soffrire di stasi venosa è necessario muovere le gambe: ossia dovete alzarvi spesso (almeno 3 minuti di camminata su e giù per il corridoio per ogni ora di volo), evitare di accavallare le gambe per più di dieci minuti, roteare spesso le caviglie, evitare posture scomode. L’American College of Chest Physicians oltre ad aver indicato i soggetti più a rischio trombosi (diabetici, obesi, donne incinta, anziani, fumatori, alcolisti e chi soffre di stasi venosa) ha sottolineato che chi si siede vicino al finestrino durante un lungo volo aereo ha più possibilità di avere una trombosi. Perché? Banalmente semplice e vero: avrà meno modi di alzarsi. Quindi scegliete posti vicino al corridoio soprattutto se rientrate nelle categorie a rischio. Oltre a muovervi mangiate leggero, indossate abiti comodi e prima di partire assumete un’aspirina che fluidifica il sangue diminuendo così la possibilità di creazione di coaguli. Chiedete sempre però consiglio al vostro medico curante.

LEGGI ANCHE: LA TOP TEN DEI SERVIZI PIU’ RICHIESTI IN AEREO

LEGGI ANCHE: LOW COST, COME FANNO A RISPARMIARE

Tags:

Altri Articoli Interessanti: