ViaggiNews

Lavoro in viaggio: come diventare assistente di volo

giovedì, 29 novembre 2012

(GettyImages)

Come diventare hostess o steward di volo \Roma – Amate viaggiare e siete alla ricerca di un lavoro che vi permetta di coniugare questa passione alla più “futile” necessità di avere uno stipendio? Allora il mestiere che fa per voi potrebbe essere quello della hostess di volo o dello steward nel caso fosse dei maschietti. Negli ultimi anni questo tipo di figura professionale è diventata sempre più ambita e apprezzata sopratutto tra i giovani che la coniugano alla fattibile possibilità di visitare le principali città non solo d’Europa ma di tutto il mondo.

Ovviamente però come ogni cosa belle anche questa ha il suo risvolto negativo. La vita dell’assistente di volo infatti non è tutta rosa e fiori. Allontanate quindi l’idea che questo tipo di lavoro si traduca nell’allacciare le cinture dei passeggeri, versare il caffè e portare il pranzo durante le ore di volo. La hostess si deve infatti occupare della sicurezza e del confort dei viaggiatori, cercando di soddisfare ogni tipo di richiesta ed esigenza del passeggero e tenendo sempre in ordine il veicolo. In virtù del suo continuo contatto con il pubblico l’assistente di volo deve essere paziente e cordiale, avere spigliate capacità di dialogo e soprattutto essere in grado di mantenere sangue freddo anche nelle condizioni più difficili e di pericolo.

Da un’analisi poco più approfondita si vede bene come il ruolo dell’assistente di volo sia molto importante durante un viaggio aereo e per tale motivo prima di essere assunti bisogna superare vari step. Per quanto riguarda i requisiti fisici gli assistenti di volo devono avere un aspetto gradevole ed essere in possesso di buone condizioni fisiche. Le hostess devono essere alte almeno 1.65 cm (massimo 1.80cm) mentre gli steward almeno 1.70 cm (massimo 1.85), avere un’età compresa tra i 18 ed i 36 anni, possedere 10/10 di vista (anche con le lenti a contatto), non avere piercing e/o tatuaggio visibili ed essere in grado di nuotare bene. Per quanto riguarda il livello culturale si deve disporre di un diploma di scuola media superiore, non avere precedenti penali, conoscere molto bene la lingua inglese e possibilmente anche un’altra lingua straniera.

Se disponete di tutti questi requisiti potete candidarvi al ruolo di assistente di volo presso una delle varie compagnie aeree. A questo punto però dovrete partecipare ad un corso teorico e ad uno pratico, con 100 ore di volo (le cui spese economiche sono solitamente a carico del vettore aereo), al termine del quale vi sarà consentito di accedere all’esame dell’Enac. Se anche l’esame finale andrà a buon fine allora diventerete abilitati per questo tipo di professione e vi potrete iscrivere all’albo professionale degli assistenti di volo.

La maggior parte delle compagnie aeree cerca periodicamente personale di volo offrendo solitamente contratti stagionali o a tempo determinato. La Ryanair indice almeno due volte l’anno i Recruitment Days (clicca qui per info), così come la Emirates Airlines (clicca qui per info) o l’Alitalia (clicca qui per info) e la Lufthansa (clicca qui per info).

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: