ViaggiNews

Miami: la top 5 dei locali più belli per la movida

venerdì, 14 settembre 2012

Getty Images

Miami: la top 5 dei locali più belli per la movida notturna/Roma – Chi ha la fortuna di poter andare a visitare Miami, sicuramente, dopo le giornate dedicate ai classici giri turistici non può chescegliere di passare una sera “rilassandosi”, o per meglio dire, scatenandosi, in perfetto stile americano. Allora la cosa giusta da fare èquella di visitare alcuni dei locali più interessanti per la movida di Miami. Tra stile cubano o discoteche hot c’è solo da scegliere,viagginews vi propone quindi la top 5 dei locali più interessanti!

Crobar: una catena di locali, sparpagliati tra Chicago, Lima, Buenos Aires e, ovviamente, Miami è diventata ormai una vera epropria icona del divertimento notturno: luci, musica, drink nel cuore di South Beach. Il Crobar è una discoteca che potrebbe farimpallidire quelle di Ibiza, fulcro della movida. Per info clicca qui
Tobacco Road: cibo a volontà fino alle due del mattino accompagnato dal sound giusto fino all’alba. Questo locale è un must diMiami, aperto sempre, vi porterà a immergervi nelle atmosfere blues e jazz tipiche di un’altra città americana: New Orleans. Lamusica dal vivo accompagnerà ogni vostra conversazione, senza mai esagerare. Per saperne di più clicca qui 

Getty Images

Union Bar: tutt’altro genere rispetto al caldo sound del Tobacco Road è quello che invece si ha in questo bar. La musicalità rap,reggae e RnB hanno la massima possibilità di espressione in questo locale. Aperto dal giovedì alla domenica gli amanti di questosound possono scatenarsi in pista tutta la notte.
Chili Pepper: volete una serata rock? Di quelle un po’ retrò che vi riportino al sapore e alla musicalità degli anni ’80 – ’90? Il ChiliPepper è quello che fa per voi. Aperto dal mercoledì alla domenica questo locale vi accompagnerà in una notte dal fascino vintage. 

GettyImages

Bash: un locale vip e già lo si capisce dal nome dei proprietari, Sean Penn e Mick Hucknall. Selezione all’ingresso, quasi obbligatoria,secondo la formula “dress to impress”; decorazioni in stile boemo; musica proveniente da tutto il mondo, ma anche un biglietto unpo’ caro. Tra i 10 e i 20 dollari per entrare, ma ne vale la pena! Per saperne di più clicca qui

Tags:

Altri Articoli Interessanti: