ViaggiNews

Cosa fare in caso di furto/smarrimento di documenti all’estero?

mercoledì, 22 agosto 2012

 

Getty Images

Furto smarrimento passaporto cosa fare/Roma-Chi viaggia spesso sa che, per furti o dimenticanze, può capitare di perdere i documenti. La prima cosa da fare nel caso in cui non si trovi più passaporto o carta d’identità è quella di non cadere nel panico. Il Ministero degli Esteri italiano ha una procedura chiara e veloce sia per rifare il passaporto che per rilasciare un documento di viaggio provvisorio (chiamato ETD ovvero Emergency Travel Document).

  1. fare denuncia presso le autorità locali (la denuncia serve anche per passare la frontiera o per eventuali controlli)
  2. rivolgersi al Consolato più vicino con la denuncia, due fototessere e la richiesta completa del pagamento di 1, 34 €
  3. ritirare il documento (oppure farselo spedire)

 

E’ necessario precisare che durante i finesettimana gli uffici consolari sono spesso chiusi, pertanto bisogna verificare gli orari di apertura e recarsi durante i giorni lavorativi. Inoltre, oltre ai consolati sono disponibili altri uffici come i consolati onorari, che possono fare da ‘tramite’ per l’EDT. La Farnesina consiglia a chiunque viaggi all’estero di munirsi di una fotocopia del passaporto e di altri documenti, perchè ciò potrebbe rendere più facili tutte le operazioni per il nuovo documento. Qualora rinvenuto, il documento perso verrà spedito in ogni caso all’Ufficio Consolare del luogo dove è avvenuto il furto che, sotto richiesta, potrà spedirlio al legittimo proprietario. Per maggiori informazioni sulla procedura, clicca qui.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: