ViaggiNews

Guida di viaggio: quali sono le migliori

mercoledì, 18 luglio 2012

Turista con guida (GettyImages)

A seconda del tipo di vacanza scegli la guida più adatta \ Roma – Ogni viaggio che si rispetti inizia con un progetto, un piano d’attacco che comprenda tutto ciò che non vogliamo perdere e che riteniamoci possa far divertire. Perchè però un progetto si possa compiere pienamente occorre saper ben gestire il piano una volta in vacanza: ecco allora che entra in gioco quell’oggetto ad oggi quasi mitologico noto come guida di viaggio. Nell’epoca del web infatti molti sono abituati a gestire una vacanza con il solo ausilio di qualche futuristica app ma il cartaceo ha, almeno in questo settore, ancora molto da offrire: ogni tipologia di viiaggiatore potrà infatti trovare in questo vasto panorama la guida tagliata su misura per sè; misteriosa, scientifica, ricca di immagini, romanzata… non esiste confine che la guida di viaggio non abbia esplorato. Per darvi un assaggio di tanta varietà vogliamo segnalarvi alcune collane interessanti, opere che offrono diverse esperienze di esplorazione a seconda del tipo di vacanza che si va programmando: pronti a scoprire un vero e proprio genere letterario d’eccezione?

Per chi ama il sapore dei classici non si può che scegliere Lonely Planet: una sorta di Orgoglio e Pregiudizio del settore viaggi, ricco di informazioni di ogni genere ma un po’ scarso sotto il profilo storico. Il meglio di Lonely Planet è senza dubbio nel settore “bellezze della natura” e appassionerà chiunque vuole mantenere, nonostante una guida, la libertà di gestire il viaggio secondo i propri ritmi e le proprie inclinazioni.

Se però siete tipi da zaino in spalla e sacco a pelo nulla sarà meglio di Rough Guides: nonostante l’approccio un po’ distaccato questa è certo la guida perfetta per chi vuole essere preparato rispetto a qualsiasi possibile situazione.

Routard è invece la bibbia per chi ama le guide agevoli e mira ad una vacanza in Francia: qui infatti la collana gioca in casa e saprà consigliare delle vere e proprie chicche altrimenti introvabili.

Puntare su Europe di Laurana Editore è invece perfetto se cercate un approccio originale al viaggio: i capitoli sono suddivisi secondo le parti del corpo; gli occhi sono l’arte del luogo, le mani l’artigianato locale, i piedi l’itinerario ecc… insomma certo non siamo in territori già esplorati!

In fine un altro classico è il Touring Club. In questo caso però è l’assoluta precisione a farla da padrone: niente curiosità o simili ma solo informazioni calcolate al millimetro.

La domanda giusta da farsi allora non è quale guida comprare ma “quale tipo di turista sei?”.

Francesca Testa

Tags:

Altri Articoli Interessanti: