ViaggiNews

Alghero: guida su cosa vedere e fare nella città sarda

giovedì, 28 giugno 2012

Spiagge e monumenti di Alghero \Roma – Alghero è una delle città più belle della Sardegna, ideale per una vacanza in estate alla scoperta del suo meraviglioso paesaggio naturale ma, anche per un weekend fuori stagione grazie alle numerose testimoniante artistico-culturali del suo importante passato. La città è conosciuta anche con il nome di Piccola Barcellona in quanto ha conservato l’uso della lingua catalana dall’antica dominazione spagnola ed oggi tale dialetto, nella sua variante algherese, è ufficialmente riconosciuto come lingua minoritaria. La città si affaccia sulla costa nord occidentale della Sardegna ed è il capoluogo della Riviera di Corallo, un tratto costiero così chiamato per via dell’alta presenza del corallo rosso.

COSA VEDERE

Una visita ad Alghero non può che partire dalle antiche Torri e Bastioni realizzati durante la dominazione spagnola come arma di difesa. Ad oggi, delle numerose torri che un tempo circondavano la città, se ne possono ammirare solo sette: la Torre de l’Esperò Reial, la Torre di San Giacomo, dalla caratteristica forma ottagonale, la Torre de Sant Joan con il suo anfiteatro, la Torre de la Polvorera, la Torre della Madonnina, la Torre di Garibaldi con il forte e la Torre di Porta Terra. I bastioni, i cui nomi richiamano i grandi navigatori del passato come Cristoforo Colombo, Marco Polo e Ferdinando Maggellano, permettono di avventurarsi in una bellissima passeggiata lungo la città fino al Lungomare Dante.

Il cuore antico della città è rappresentato dalla piazza medievale di Plaia Civica mentre, tra le chiese di maggiore interesse spicca la Cattedrale di Santa Maria, edificata nel XVI secolo, e rappresenta l’unione dello stile rinascimentale e gotico, con il magnifico campanile che svetta sopra la città. Tra le chiese più antiche troviamo la Chiesa di Santa Barbara e la Chiesa di San Francesco, una delle testimonianze più pregiate dell’architettura gotico-catalana. Imprescindibile è una visita ad alcuni dei palazzi più belli di Alghero, tra cui Palazzo Peretti, Palazzo de Ferrera esempio affascinante dell’architettura civile gotica, Palazzo Vescovile ed il Teatro Civico che si affaccia su Placa del Bisbe, in stile neoclassico.

SPIAGGE

La città sarda custodisce uno dei tratti costieri più belli dell’isola dove si alternano spiagge con sabbia fine a scogliere a picco sul mare, tutte bagnate da acque cristalline e circondate dalla verdeggiante macchia mediterranea. Oltre al bellissimo Lido di Alghero a poca distanza dalla città si possono trovare altre splendide spiagge come quella di Bombarde, una piccola insenatura di sabbia fine e mare azzurro, o la spiaggia del Lazzareto, una caletta selvaggia circondata da fitta macchia mediterranea, o la spiaggia di Mugoni, una lunga baia costituita da sabbia bianchissima. A circa 15 km da Alghero si trova la spiaggia di Baja di Conte, dal fondale roccioso, mentre ideale per chi pratica windsurf, grazie alla costante presenza del vento di maestrale, è la spiaggia di Poglina a 8 km dalla città.

Da non perdere è ovviamente la spiaggia di Pelosa, tra le più belle di tutta la Sardegna (qui to ten delle spiagge più belle) con le sue acque cristalline e la sabbia finissima, particolarmente adatta ai bambini in quando degrada dolcemente verso il basso. Infine, anche se si trova a 40 km di distanza da Alghero, merita una visita la spiaggia di Cala Argentieria costituita da ciottoli e sabbia formata dai detriti del minerale che veniva lavorato nel piccolo borgo che sovrasta la spiaggia oramai abbandonato.

COSA MANGIARE

Essendo una città di mare la cucina si basa soprattutto sul pesce fresco unendo le antiche tradizioni sarde con quelle catalane. Tra le delizie da assaggiare spiccano gli spaghetti ai ricci di mare, l’aragosta alla catalana, condita con pomodoro e cipolla, la paella algherese, gli spaghetti alla bottarga, i calamari ripieni chiamati Totanuz espritz e le monzette sotto sale cotte al forno. Il dolce tipico è ovviamente la famosa seadas, con formaggio e miele, e il menjar blanc da degustare insieme a dell’ottimo mirto. La Sardegna ha inoltre un’importante tradizione vinicola e i vigneti della zona producono ottimi vini di qualità come il Vermentino, il Canonau e l’Anghelu Ruju.

DOVE ALLOGGIARE

Trovare una sistemazione ad Alghero non è impresa difficile in quanto la città offre diverse soluzione adatte a tutte le esigenze. Ci sono alberghi con 3 o 4 stelle come l‘Hotel Catalunya o il il Calabona ma, anche agriturismi come il Meriagu, La Genziana ed il Vessus. Chi preferisce il campeggio può optare per il camping la Mariposa che si affaccia direttamente sul Lido di Alghero.

COME ARRIVARE E MUOVERSI

Alghero è facilmente raggiungibile grazie alla presenza dell’aeroporto di Alghero-Fertilia che dista dalla città appena 12 km. Lo scalo è servito da molte compagnie che permettono facili e quotidiani collegamenti dalle principali città italiane ed europee. Negli ultimi anni l’aeroporto ha subito un notevole afflusso turistico e ciò ha portato sempre più vettori a utilizzare l’hub come base operativa. Oltre ad Alitalia ed Air One, Alghero è servita anche dalla compagnia aera low cost Ryanair, da Volotea e EasyJet. Oltre all’aereo si può raggiungere la città tramite il trasporto marittimo che fa però riferimento a Porto Torres distante circa 30 km.

Ad Alghero ci si muove con facilità sia con la macchina sia con il trasporto pubblico urbano costituito da sei linee che coprono ogni angolo della città.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: