ViaggiNews

Guida Malta: cosa vedere, cosa mangiare, come muoversi e dove dormire

martedì, 12 giugno 2012

Malta, vista di La Valletta (GettyImages)

Malta, tutto quello che c’è da sapere per visitarla a pieno \ Roma – Un’isola tra Italia e Africa ricca di storie, leggende e bellezze naturali: questa è Malta, luogo amato dai giovanissimi per le vacanze studio ma senza dubbio capace di donare molto anche ai più grandi, naturalmente sapendo cosa vedere e come garantirsi una vacanza al top.

Naturalmente, trattandosi di un’isola, il punto forte è senza dubbio il mare: allontanandosi dai centri abitati si possono trovare infatti spiagge meravigliose come Ghadira Bay,una delle più conosciute spiagge di sabbia della baia di Mellieha, oppure Paradise Bay, una delle spiagge più suggestive di Malta, vicino alla precedente ma più adatta ai giovani che qui organizzano feste meravigliose approfittando della vista mozzafiato.

Spostandosi su alcune isole secondarie però si può davvero trovare il più bel mare di Malta: a Gozo, là dove alloggiava Calypso, sorge Ramla Bay, un’ampia spiaggia di sabbia color oro sfumata di rosso che lambisce la grotta della dea. Ma è sulla piccola isola di Comino che sorge una delle più straordinarie attrazioni di Malta, laguna blu: un vero e proprio splendore che fa sentire il visitatore come trasportato in un film.

Anche a chi non ama rosolare al sole malta può comunque riservare grandi sorprese. La sola capitale di questo piccolo Paese, La Valletta, può garantire al turista una passeggiata lungo secoli di storia ed arte. Esempio perfetto di ciò è senza dubbio il meraviglioso palazzo barocco che, in centro, ospita il Museo Nazionale di Archeologia di Malta, una tappa imprescindibile per qualsiasi turista degno di questo nome: ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00 è qui possibile ammirare tesori appartenenti alle epoche più svariate, il tutto immersi in un ambiente elegante e dall’indiscusso fascino.

Per chi ama invece epoche più recenti c’è il Museo delle Belle Arti, una raccolta di opere che vanno dal Rinascimento sino all’età moderna e che annoverano artisti dello spessore di Guido Reni, visitabili dalle 9 alle 17. Ma la vera , esclusiva attrazione della capitale è il Palazzo del Grande Maestro, una della più grandi attrazioni turistiche dell’Europa Mediterranea risalente al 1574: con le impareggiabili opere della Camera de Consiglio, questo palazzo rappresenta da sempre il potere politico di Malta e non potrebbe essere altrimenti dato che qui si trova anche la ricca e storica armeria. naturalmente per visitare tale bellezza bisogna sottostare ai ritmi del Parlamento, le cui riunioni rendono il palazzo off limits.

Per un simbolo della città più antico si deve invece puntare sul Forte di Sant Elmo: si tratta di una ex torre di guardia situata in cima ad un promontorio delle due baie naturali della città, punto per cui è passata l’intera storia del Paese. Rimanendo poi in tema “battagliero”, gli amanti di armi e quant’altro potranno visitare il Museo Nazionale della Guerra, situato non a caso vicino al forte e ricolmo di oggetti e documenti relativi al ruolo svolto da Malta durante le due guerre mondiali.

In fine, per gli amanti del verde, ci sono i parchi cittadini, i Barakka Gardens che a loro volta si suddividono in Lower e Upper Gardens: particolarmente affascinante è la parte alta, quella che si trova sul bastione di San Pietro e Paolo, punto più alto e più imponente delle mura della città che offre una incantevole vista. La parte bassa invece trova il suo fascino nello stile neoclassico, visibile soprattutto nell’architettura.

 

Come arrivare

Tra le varie qualità di quest’isola c’è senza dubbio il suo essere raggiungibile attraverso svariate compagnie low cost: Easy Jet e Ryan Air sono ad esempio le compagnie più quotate ma si può comunque optare per svariate alternative come Air Malta, Air Europa diverse altre compagnie.

 

Trasporti

Se non volete affittare una macchina, Malta vi consente di spostarvi comodamente con i mezzi pubblici che collegano non solo l’isola principale ma anche le isoletti di Gozo e Comino. Recentemente infatti sono andati scomparendo i vecchi bus anni ’50, sostituiti da mezzi più moderni di cui si può usufruire anche tramite abbonamento della durata da uno a cinque giorni: tale soluzione copre però solo l’isola principale mentre altri servizi di navetta da pagare a parte potranno condurvi a visitare Gozo. Il servizio autobus giornaliero è in funzione dalle 5 alle 23, mentre dalle 23 alle 3 ci si deve affidare ai mezzi notturni con capolinea fuori La Valletta.

Il taxi certo a malta non conviene: i prezzi sono alti e in più il servizio è efficiente solo presso capitale e aeroporto. Meglio optare per un bus insomma.

 

Cucina

I piatti tipici dell’arcipelago maltese sono il singolare risultato di una interessante fusione di gusti e tipicità differenti, derivata dal traffico di spezie, ingredienti e sapori da Sicilia, Medio Oriente ed Europa.

Uno dei piatti tipici è senza dubbio la zuppa Aljotta, un brodo molto saporito di pesce con tanto aglio, erbe e pomodori.

Per quanto riguarda il bere la bevanda nazionale è lo Zinnie, un drink effervescente fatto dal mix di succo di arancia e un pò di Martini. Ma a Malta c’è anche la birra nazionale, la Cisk dal sapore un pò più dolce rispetto alle normali birre europee.

A Malta si produce però anche il vino, fatto con le tipiche uve della Girgentina e della Gellewza: da qui nascono vini come il Marsovin e la Delicata.

 

Hotel

La scelta di alberghi a Malta è più variegata di ciò che si può pensare guardando le sue dimensioni: molte strutture si trovano a Saint Julian’s o a La Valletta, città che ospitano alberghi blasonati come l’Excelsior Grand Hotel e l’InterContinetal Malta.

Più difficile è qui trovare il piccolo Bed&Breakfast o hotel a conduzione familiare: il nostro consiglio è allora di valutare le opzioni delle varie strutture e scegliere il miglior compromesso tra prezzo e offerta.

 

Francesca Testa

Tags:

Altri Articoli Interessanti: