ViaggiNews

Roma: Open House 2012, scoprire i luoghi segreti della Capitale

venerdì, 27 aprile 2012

(GettyImages)

Porte aperte ai monumenti nascosti di Roma \Roma – Era il 1992 quando per la prima volta a Londra prendeva forma l’importante progetto dell‘Open House, ovvero l’evento che permette di aprire al pubblico ed in forma totalmente gratuita le porte dei luoghi più segreti della città, con lo scopo di valorizzarne l’architettura nascosta per dare l’occasione ai turisti e ai cittadini di scoprire i tesori, i palazzi e i monumenti che sono solitamente fuori dalla solita rotta turistica ma, che godono dello stesso fascino e della stessa bellezza. Dal 1992 il progetto Open House si è esteso in moltissime città non solo europee ma, anche dell’America e del Medio Oriente facendo registrare numeri di afflusso importanti che hanno permesso di valorizzare nuovi siti archeologici e finanziare lo sviluppo del settore turistico.

A distanza di 20 anni l’Open House è sbarcato anche a Roma e dopo il successo riscontrato l’anno precedente, il prossimo weekend prenderà avvio la seconda edizione con nuovi tour che porteranno alla scoperta dell’anima più segreta e nascosta della città eterna. Il 5 e 6 maggio l’associazione Open City Roma renderà accessibili centinaia di edifici e siti architettonici che potranno essere visitati tramite percorsi da effettuare  a piedi o in bicicletta e che uniranno varie zone della capitale dal centro alla periferia passando per i quartieri più famosi. Partendo dal centro storico e dal Vaticano ad esempio si potrà percorrere il quartiere Flaminio e Parioli, con la nuova aerea della Stazione Tiburtina, per giungere poi fino alla zona dell’Eur con i suoi edifici risalenti al secolo precedente.

Tra le varie strutture ed edifici che apriranno gratuitamente le loro porte al pubblico romano e non solo, ci sono: la Torre Eurosky, la più alta della città, il nuovo centro congressi dell’Eur, Palazzo Madama, Palazzo Barberini, il museo Maxxi, la Stazione Tiburtina, l’Accademia di Spagna con il Tempietto di Bramante, il Palazzo della Civiltà Italiana, l’Accademia Nazionale dei lincei e molti altri ancora.

Per conoscere tutti i siti architettonici che aderiranno al progetto e tutte le informazioni in merito all’Open House di Roma si può consultare il sito internet cliccando qui.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: