ViaggiNews

Top 20: guida alle migliori spiagge per i bambini

martedì, 10 aprile 2012

Getty Images

Le spiagge migliori per i bambini:top 20/Roma – Con l’avvicinarsi dell’estate, oltre alla classica ricerca delle spiagge meritevoli della bandiera blu, impazza anche la caccia alle migliori spiagge a bandiera verde. Questo “premio” lo meritano tutte le località balneari adatte ad accogliere in tutta sicurezza i più piccoli. Italo Farnetani, pediatra a capo di una equipe di ricercatori dell’Università di Milano Bicocca, ha stilato un elenco delle migliori spiagge in Italia per i bambini.

I criteri? Mare pulito, spiagge realmente incontaminate, acqua bassa vicino alla riva, ombrelloni posizionati con adeguato spazio fra uno e l’altro, bagnini, niente scogli, ciottoli o sassi e numerose strutture di ristoro vicine agli stabilimenti balneari. L’elenco cambia di anno in anno e, ad alcune spiagge fisse, se ne aggiungono altre. Per ora, la top 20 è composta da:

  1. Grado (Friuli Venezi Giulia): esposta a sud e quindi soleggiata fino a tarda sera, la lunghissima spiaggia di Grado – quasi 3 km – offre tutti i comfort per i suoi ospiti, anche i più piccoli. Dietro alla spiaggia vi è un’area verde dove trovare riposo dal sole, i fondali sono bassi e diventano profondi molto lontano dalla riva, non mancano inoltre docce calde, servizi igienici, aree ristoro e varie aree gioco.
  2. Lignano Sabbiadoro (Friuli Venezia Giulia): spiagge dorate e fini sono a disposizione dei turisti lungo tutta la costa e si affacciano sul Mar Adriatico, generalmente calmo, protetto da forti correnti e dove i fondali digradano dolcemente permettendo ai bambini di giocare in tutta tranquillità.
  3. Cervia (Emilia Romagna): gli oltre 2500 metri di litorale sabbioso sono perfetti per i bambini. Grazie alla pineta che sembra come recintare le spiagge di Cervia si può riposare all’ombra e immersi nel verde. Le acque sono limpide con fondali mediamente bassi e sabbiosi dove si può nuotare, giocare o, per gli adulti, praticare sport acquatici
  4. Riccione (Emilia Romagna): oltre 100 stabilimenti balneari sono a disposizione dei turisti. Nonostante la vastità le strutture sono pulite e ordinate con numerose postazioni di salvataggio e zone dedicate unicamente al divertimento dei più piccoli.
  5. Marina di Grosseto (Toscana): il Mar Tirreno da una parte e una splendida pineta dall’altra abbracciano questa spiaggia che, grazie a fondali bassi, numerose postazioni di Safe Coast e una pista ciclabile trasformano le spiagge in questa zona in località turistiche degne di bandiera verde e blu!
  6. Viareggio (Toscana): attorniate da pinete e aree verdi, le spiagge sono accoglienti e dotate di ogni comfort necessario. Il mare è limpido e i fondali sono sabbiosi, senza sassi o scogli a disturbare i giochi dei più piccoli.
  7. Sabaudia (Latina): le spiagge in questa zona si fanno coccolare dal Parco Nazionale del Circeo che, una volta stanchi del mare, è pronto per farsi visitare in tutto il suo splendore.
  8. Porto San Giorgio (Marche): il lungomare marchigiano, d’estate, si trasforma in una schiera di eleganti e ben attrezzati stabilimenti balneari. Ampie spiagge sabbiose, alcune libere, altre private, sono dotate di tutte le comodità per i più piccoli che possono anche giocare liberamente in acqua dati i fondali bassi e sabbiosi.

    Getty Images

  9. San Benedetto del Tronto (Marche): grazie alle palme e alle ampie zone verdi che costeggiano le spiagge, il lungo mare è accogliente. Stessa cosa si può dire delle località balneari della zona con sabbia finissima e fondali bassi per poter far giocare i bambini in tutta sicurezza.
  10. Giulianova (Abruzzo): abbandonando il delizioso porto turistico e camminando verso nord, ci si imbatte nell’ampio litorale abruzzese: spiaggia di sabbia finissima, mare limpido e, alle spalle, pinete e zone verdi per godere di un po’ di frescura assicurano vacanze adatte ai più grandi e ai più piccoli.
  11. Vasto Marina (Abruzzo): la spiaggia forma un ampio arco, chiuso, se così si può dire, alle spalle dal centro città e dalle dune di sabbia di Punta Penna. Gli stabilimenti balneari sono attrezzati al meglio per accogliere i bambini grazie ad un mare limpido, con fondali sabbiosi e digradanti.
  12. Palinuro (Campania): la scelta delle spiagge in questa zona è vasta e, praticamente tutte, rispondono ai criteri degni della bandiera verde. Fra tutte, la Spiaggia delle Saline, è famosa per la sua lunghezza – circa 3 km –, la sabbia fine e bianca e le acque limpide e cristalline.
  13. Gallipoli (Puglia): leitmotiv sembra essere proprio la caratteristica di queste spiagge, bianche e soffici, con alle spalle, ottime macchie verdi per trovare un naturale riparo dal sole. Il mare è di colore turchese e, anche qui, i fondali sono sabbiosi e digradanti dolcemente.
  14. Ostuni (Puglia): circa 20 km di costa composte da baie. Il verde circonda e abbraccia tutta la zona composta da spiagge bianche e lontane scogliere che proteggono da correnti troppo forti.
  15. Vieste (Puglia): la spiaggia si colloca in una zona alberata, immersa nel verde, che dalla spiaggia sale dolcemente verso le colline. Circa 4 km di spiaggia chiara e con delle piccole dune sabbiose, fondali bassi e limpidi, accoglieranno i più piccoli, liberi di giocare in tutta tranquillità
  16. Soverato (Calabria): situata a sud del Golfo di Squillace, questa spiaggia è sabbiosa e si “srotola” per circa 3oo metri. Sabbia, acque azzurre, fondali limpidi e sabbiosi abitati da innocui pesci e un palmeto sono gli elementi caratteristici di questa zona attrezzata, oltretutto, anche con tutti i moderni comfort richiesti dai turisti.
  17. San Vito Lo Capo (Sicilia): tra le varie spiagge della zona, una merita particolare attenzione per la collocazione geografica. Racchiusa tra la Riserva Naturale dello Zingaro e quella del Monte Cofano, questa spiaggia si estende per molti metri sia in larghezza che in lunghezza. Ben attrezzata con strutture ricettive e di ristoro di ogni tipo ha, inoltre, la possibilità di praticare sport acquatici per i più grandi, mentre i bambini possono divertirsi nelle aree a loro dedicate
  18. Alghero (Sardegna): come in quasi tutte le spiagge della Sardegna subito dietro allo splendido litorale sabbioso vi è una splendida pineta che, oltre a proteggere dai venti più forti, permette anche di campeggiare – solo in alcune zone prestabilite – . Servizi di ogni tipo, dal parcheggio gratuito al ristorante, sono a disposizione dei turisti nel giro di pochi passi dalla spiaggia.
  19. Capo Coda Cavallo (Sardegna): il litorale è sabbioso come il fondale e i bambini possono giocare in totale sicurezza immersi in un paesaggio mozzafiato che si spalanca sull’isola di Tavolara e Molara.
  20. San Teodoro (Sardegna): le spiagge, circa 18, in questa zona sono circondate dalla macchia mediterranea dove si può trovare subito un fresco riparo dalla calura estiva. Numerose calette offrono spiagge bianche con acque basse vicino alla riva e, mediamente, sempre tiepide.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: