ViaggiNews

Pasqua 2012: brindare con le migliori birre pasquali

lunedì, 2 aprile 2012

Dove bere le migliori birre pasquali \Roma – Come per la maggior parte delle festività anche l‘imminente ponte pasquale può essere vissuto in modi molto diversi tra loro: c’è chi lo utilizzerà per organizzare un grande pranzo in compagnia della famiglia, chi assisterà a cerimonie ed eventi religiosi e chi preferirà allontanarsi dagli impegni quotidiani e ritagliarsi un veloce weekend di vacanza. Se amate particolarmente la birra e volete abbandonare i confini nazionale per scoprire le tipiche atmosfere pasquali europee ci sono alcuni paesi dove al caratteristico pranzo della domenica di pasqua si può brindare proprio con la tanto amata bionda! La tradizione delle cosiddetta birra pasquale è molto antica e in passato i monaci erano soliti prepararle per sentire meno i morsi della fame nel periodo del digiuno quaresimale. Da quando frati e monaci preparavano nei loro monasteri quest’ottima bevanda, la birra è diventata una vera e propria tradizione enogastronomica da sorseggiare durante le festività pasquali accompagnata però da prelibati e succulenti piatti. Vediamo allora quali sono i paesi migliori in cui dirigersi per brindare alla Pasqua del 2012 a suon di birra!

Il Belgio è sicuramente il paese perfetto in cui trovare e soprattutto sorseggiare le fredde birre pasquali. Non solo nella grande città di Bruxelles potrete trovare locali e pub in cui assaporare ottimi boccali di birra ma, anche nelle cittadine più piccole e meno conosciute. Una birreria da non perdere è ad esempio la De Dolle che si trova a Esen, nei pressi di Diksmuide nel cuore delle Fiandre Occidentali. Qui viene prodotta da oltre un secolo la Boskeun, una corposa birra stagionale ambrata dal grado alcolico elevato. Un tour sulle orme della birra pasquale belga non può inoltre prescindere da una visita al comune di Dinat dove si trova l’Abazia Notre Dame de Leffe, in cui i frati producevano un’ottima birra chiara  o all’Abazia di Maredsous dove ancora oggi si possono degustare al suo interno diversi prodotti enogastronomici della zona.

Dal Belgio alla Danimarca e più precisamente a Copenaghen dove nel periodo pasquale si possono assaggiare calici di Paskebryg, un tipo di birra chiara, venduta solo in questi giorni e dal grado alcolico più elevato. Oltre alla Paskebryh, la maggior parte delle birrerie locali hanno prodotto nel corso degli anni birre apposite in occasione della festività religiosa come ad esempio la Highland Easter della Olfabrikken.  Molto importante è la produzione di birra pasquale anche in Scandinava dove però prende il nome di Paske Oi e viene prodotta proprio in concomitanza all’arrivo della settima santa. Sia i grandi che i piccoli birrifici sono impegnati nella produzione di questo tipo di birra ambrata dal gusto corposo ed equilibrato.

Dulcis in fundo non può di certo mancare un accenno alle birre pasquali di Monaco di Baviera, da sempre punto di riferimento per gli amanti di questa bevanda alcolica. Durante il periodo che va dalla domenica delle ceneri fino alla domenica di Pasqua molti birrifici producono birre stagionali come la Salvator, la Augustiner e la Maximator, perfette da bere mentre si assaporano i migliori piatti della tradizione bavarese.

 

 

 


 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: