ViaggiNews

Pasqua 2012 a Parigi: cosa fare?

martedì, 27 marzo 2012

Cosa offre Parigi per le vacanze di Pasqua? \ Roma – La primavera è oramai arrivata e con essa si avvicina anche la Pasqua, una combinazione perfetta per vedere qualche città sotto una luce tutta nuova. Parigi ad esempio è davvero incantevole in primavera, quando fiori e verde la invadono e i parigini lasciano spazio ai turisti andando a trascorrere le vacanze pasquali in campagna. Un momento dunque ideale per avere la città tutta per sé e potersela godere sotto un tiepido sole, certo più piacevole del freddo di Capodanno o dell’afa estiva.

Parigi del resto è una città che per Pasqua non può proprio deludere a cominciare dalla cioccolata: questo infatti è un po’ l’alimento simbolo del periodo e non solo per le uova ma anche per galline, conigli e tutti quei simpatici animaletti che in questo periodo si trasformano in deliziose dolcezze. Una prima tappa irrinunciabile della Pasqua parigina è perciò senza dubbio quella in cioccolateria: la città ha da offrire un panorama più che nutrito e sarà praticamente impossibile non travare quella su misura per sé. (clicca qui per la guida alle cioccolaterie di Parigi)

Essendo però la cioccolata di Parigi non certo meno calorica di quella delle altre città, dopo questo pit stop godurioso ci vuole proprio una bella passeggiata: chi ama allora la natura potrà optare per uno dei meravigliosi parchi cittadini che in questa stagione regalano momenti di grande realx e colori straordinari (clicca qui per la guida ai parchi di Parigi), per le signore che invece amano la moda non ci sarà niente di meglio per bruciare calorie se non un bel giro di shopping tra le boutique del centro, i grandi magazzini e i piccoli negozi sparsi per la città. (clicca qui per la guida allo shopping parigino)

Chi invece avesse optato per una vacanza pasquale di coppia Parigi rimane sempre una delle città più romantiche del pianeta e il periodo primaverile non fa che accentuare tale potenziale, dando la possibilità di godere le zone più fiabesche della città senza tremare per i rigori dell’inverno che invece attanagliano nel periodo romantico per eccellenza, San Valentino. (clicca qui per la guida ai luoghi romantici della città)

Tra cioccolata e romanticherie non si può però dimenticare l’arte parigina: un giro per i musei è dunque sempre una buona idea, soprattutto calcolando che il venerdì di Pasqua non è qui considerato festivo, è dunque tutti i luoghi visitabile della città sono aperti e pronte ad accogliere i turisti più acculturati. Questa scelta può inoltre consentire anche un pizzico del sempre gradito risparmio: molti musei sono infatti gratuiti e tanti altri propongo sconti e riduzioni di ogni genere e di cui proprio non si può fare a meno di approfittare.(clicca qui per la guida ai musei gratuiti di Parigi)

Il vero asso nella manica di questa città è infatti senza dubbio il low cost: basterà infatti un giro on line per scoprire tutte le opportunità offerte da questa città in fatto di risparmio, a partire da hotel e trasporti.

Parigi appare dunque come una meta top anche per il periodo pasquale e i pacchetti proposti da agenzie e siti internet sembrano un’occasione da non perdere per un salto nella ville lumiere.

Francesca Testa

Tags:

Altri Articoli Interessanti: