ViaggiNews

Guida Brasile: quali sono le spiagge più belle?

lunedì, 19 marzo 2012

Il mare del Brasile: dove si può ammirarlo al meglio? \ Roma – Il Brasile è una terra che si distingue per le sue numerose e diversificate risorse ma tra tutte spicca inevitabilmente il mare: le grandi spiagge sono a dir poco numerose e vanno da quelle in città, stile californiano, alle più selvagge, ideali per gli amanti della natura.

Chi ad esempio cercasse il relax assoluto immerso nella natura potrà andare sul sicuro con una visita alla Praia Pitinga, una sorta di paradiso terrestre dominato dalla montagna ricoperta di vegetazione che si staglia davanti la spiaggia, regalando a chi vi si trova un’impareggiabile sensazione di serenità e sgomento allo stesso tempo.

Chi invece non puntasse su una giornata al mare ma vedesse la spiaggia solo come uno stop durante una gita in città, potrà contare sulla spiaggia di Ipanema, una delle più urbane al mondo ma al tempo stesso ancora attraente per le sue grandi dimensioni e l’aspetto candido. Ideale dunque per concedersi un po’ di abbronzatura nella pausa pranzo o una partita di beach volley.

I chilometri di sabbia non sono però certo una prerogativa esclusiva di Rio de Janeiro: Praia da Pipa è ad esempio una meravigliosa e candida distesa lunga 10 chilometri: sabbia dorata, piscine naturali di acqua calde, palme da cocco e spettacolari scogliere accolgono i visitatori che, se fortunati, potranno anche ammirare tartarughe e delfini, che hanno qui il loro habitat naturale.

Se però si vuole far visita alle testuggini è senza dubbio indicata anche Jericoacoara, il cui nome significa letteralmente “buca delle tartarughe”: in questo luogo difficilmente, raggiungibile dall’uomo, questi animali vengono a depositare le uova. Se però lo spettacolo delle tartarughe dovesse sfuggire a sostituirlo arriverà quello del tramonto, qui davvero da mozzare il fiato.

Tramonto e luna sono anche le assolute protagoniste di Canoa Quebrada, la spiaggia sorta ai piedi di una antico villaggio di pescatori il cui fragilissimo ecosistema punteggia un luogo davvero mozzafiato.

E a proposito di “mozzare il fiato” non si può non citare Morro de Sao Paulo, la collina di San Paolo, le cui abitazioni possono ammirare dalla cima lo straordinario panorama caratterizzato dalla spiaggia accessibile solo a piedi: qui le macchine sono infatti off limits.

In fine una menzione particolare merita Praia do Rosa (alias la Spiaggia Rosa), la cui mezzaluna è meta favorita dai surfisti che possono esibirsi con vista sulle meravigliose clline e lagune che circondano la spiaggia, eletta dall’UNESCO a far parte del “Club delle più belle baie al mondo”.

Questi sono naturalmente solo alcuni suggerimenti: la costa del Brasile è infatti tanto lunga da essere pronta a sorprendere qualsiasi viaggiatore. Pare opportuno tenere gli occhi ben aperti!

Francesca Testa

Tags:

Altri Articoli Interessanti: