ViaggiNews

Change Your Flight: rimborso per biglietti aerei non utilizzati

giovedì, 15 marzo 2012

Ottenere il rimborso di un volo inutilizzato \Roma – In questi ultimi anni le compagnie aeree low cost, grazie ai prezzi decisamente economici dei loro biglietti, sono sempre più apprezzate dai viaggiatori di tutto il mondo. Molto spesso però accade che dopo aver acquistato un ticket di viaggio super conveniente ed imperdibile, per i motivi più vari, si è costretti a rinunciare alla partenza. Anche se il biglietto in questione è costato pochissimo,in tempi di crisi come questi potrebbe essere conveniente la possibilità di avere un rimborso almeno parziale del costo totale del ticket.

Se fino a poco tempo fa questa idea era solo un sogno per coloro che rimanevano con il biglietto inutilizzabile in mano, vera e propria carta straccia, ora è nato un sito internet online che consente di riciclare il titolo di viaggi ed ottenerne il rimborso. Il sito in questione si chiama Change Yoru Fligh ed è nato per inizaitiva di due giovani ragazzi spagnoli che dopo aver siglato l’accordo con la Air One stanno ampliando notevolmente la lista delle compagnie aeree, anche low cost, che aderiscono all’iniziativa. Come funziona? Molto semplice. Una volta che si è deciso che quel biglietto aereo non sarà utilizzato, basterà inserire su un apposito modulo presente nel sito i dati del ticket entro però due ore dalla partenza del volo. Una volta completato il modulo la richeista verrà mandata alle compagnie aeree che hanno sottoscritto l’iniziativa e si potrà avere in questo modo un rimborso, seppur parziale, del biglietto precedentemente acquistato. Il rimborso in questione non avrà però la forma in denaro ma, vi permetterà di usufruire di un buono dello stesso valore del rimborso, da spendere per l’acquisto di un nuovo titolo di viaggio. Il sito si propone così di mediare, in modo totalmente gratuito, tra l’utente e la compagnia aerea andandosi ad inserire in quella fetta di oltre 40.000 biglietti che ogni giorno non vengono utilizzati permettendo alle compagnie aeree di recuperare tali posti.

Per tutte le informazioni si può consultare il sito ufficiale dell’iniziativa cliccando qui.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: