ViaggiNews

Estate 2013: Ibiza, le spiagge più belle dell’isola

martedì, 31 gennaio 2012

Guida alle spiagge più belle di Ibiza \Roma – Ibiza è sinonimo di divertimento e di estate, perché non esiste estete più affascinate di quella che si può trascorrere in questa bellissima isola delle Baleari. Nonostante l’accostamento di Ibiza a discoteche e vita notturna senza freni, l’isola racchiude in se uno degli ecosistema più magnifici al mondo, con spiagge da sogno, mare cristallino e una lussureggiante vegetazione. Trovandosi circondata dalle acque di uno dei mari più belli del pianeta, Ibiza nasconde molte sorprese agli amanti delle spiagge e delle calette nascoste. La costa di Eivissa (così viene chiamata in catalano) è infatti molto diversa a secondo del punto in cui ci si trova: dalle spiagge sabbiose a quelle con rocce a picco sul mare, passando per quelle più isolate fino a quelle dove si racchiude tutta la vita notturna. La mattina le spiagge sono ad appannaggio principalmente delle famiglie con i loro bambini mentre, nelle ore pomeridiane gruppi di ragazzi e ragazze iniziano ad affollarne il litorale. Generalmente la parte costiera del nord è considerata quella più bella ed incontaminata anche perché il turismo di massa, alla ricerca di locali notturni e divertimento sfrenato, si concentra principalmente nella zona a sud di Ibiza. Detto questo diamo uno sguardo alle spiagge più belle ed affascinanti di Eivissa.

Cala Llonga. E’ uno dei tratti costieri più suggestivi dell’isola. Una stretta lingua di mare delimitata da due pareti rocciose e circondata da una bellissima pineta. Qui troverete piccole calette nascoste dove riposarsi e stare in tranquillità ma, soprattutto acque cristalline in cui nuotare.

Cala Xarraca e Cala Portinatx. Si tratta di due splendide spiagge che si trovano nella zona nord-est dell’isola e le uniche della zona in cui non sono presenti  le caratteristiche rocce a picco sul mare. In queste insenature troverete sabbia finissima ed un mare dai colori incredibili.

Cala Bassa. Questa spiaggia si trova nella parte ovest di Ibiza, sul golfo di San Antonio Abad. Anche se comunemente è considerata come una lunga spiaggia in realtà è formata da piccole calette sabbiose separate da accumuli rocciosi. Tale conformazione fa si che si vengano a creare piccole piscine naturali dove l’acqua cristallina non è molto alta e sono perfette per i più piccoli.

Cala Codolar. Una piccola e tranquilla insenatura che si trova sulla zona occidentale dell’Isola. Perfetta per chi cerca il relax ed un mare sempre calmo e cristallino.

Cala Tarida. Si tratta di uno degli angoli paesaggistici più belli dell’intera isola e si trova nella zona sud ovest di Ibiza, nel comune di Sant Josep de sa Talaia. Una lunga spiaggia costituita da sabbia bianca finissima e perfetta per chi ama praticare sport subacquei grazie a ricchi fondali. Non è di certo il tratto costiero più tranquillo infatti nel pomeriggio è preso d’assalto dai più giovani attratti dai numerosi bar presenti sulla spiaggia.

Playa d’en Bossa. Se siete alla ricerca di gente e confusione allora questa spiaggia, che si trova vicino alla città di Ibiza, è quello che fa per voi. E’ una spiaggia molto lunga anche se le sue acque non sono di certo tra le più cristalline dell’isola. Qui troverete comunque ad ogni ora del giorno e della notte bar aperti che mandano musica a tutto volume e feste incredibile perfette per scoprire l’anima pi allegra e divertente di Ibiza.

Es Figueral e Talamanca. Insieme a Playa d’en Bossa sono le due spiagge più amate dai giovani grazie alla presenza di numerosi servizi come bar, ristoranti e strutture per praticare sport acquatici.

Ses Salinas. In questo momento è una delle spiagge più alla moda e rinomate di Ibiza anche grazie alla presenza di personaggi famosi come Belen e Corona. Oltre ad essere il centro della vita mondana, questa spiaggia è anche di una bellezza impressionante con acque cristalline e sabbia bianchissima e non a caso fa parte del Parco Naturale di Ses Salines.

Per la guida completa su Ibiza clicca qui.

Federica Fralassi

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: