ViaggiNews

Kiev: guida alla città di Euro 2012

lunedì, 30 gennaio 2012

Guida a Kiev, guida per Euro2012/Roma- Poco battuta dal turismo di massa, Kiev prevede di fare il pienone durante l’estate grazie ai campionati europei di calcio che, per il 2012, si divideranno tra Ucraina e Polonia. La capitale ucraina, una delle città slave più antiche, offre attrazioni di grande interesse storico artistico oltre a una nighlife degna delle più vivaci metropoli europee. Ecco una guida con tutte le informazioni su cosa vedere e fare a Kiev:

Cosa vedere: La visita della città può iniziare dalla cattedrale di Santa Sofia; costruita nell’XI secolo, conserva al suo interno affreschi di enorme valore storico-artistico. Nella piazza dinnanzi alla cattedrale si staglia il monumento all’eroe ucraino Bogdan Chmelnickij, che liberò nel XVII secolo il paese prima dai Russi e poi dai Polacchi. Dall’altro lato della piazza, si erge l’imponente chiesa di San Michele, ricostruita negli anni ’90 sulla base dell’antico progetto. Un altro monumento religioso di grande fascino è il Monastero delle Grotte (Pecherska Lavra); formato da un dedalo di chiese e cunicoli scavati tra le grotte di una collina, è considerato uno dei luoghi più sacri dell’ortodossia slava. Il cuore pulsante della vita cittadina è Piazza delle Libertà (Maidan Nezhalesnosti), da cui diparte il Khreshchatik, la grande arteria di epoca sovietica dove si trovano i  locali più alla moda oltre a numerosi hotel e ristoranti. Per respirare l’atmosfera elegante della Kiev di inizio Novecento, bisogna invece puntare verso il quartiere di Podol, dove si trova la Chiesa di Sant’Andrea, nell’inconfondibile stile barocco di Rastelli. Lì vicino, gli amanti della letteratura non possono perdere la casa-museo di Michail Bulgakov, che raccoglie i cimeli appartenuti al grande scrittore. Un altro museo interessante è inoltre quello dedicato a Chernobyl, il cui allestimento testimonia attraverso foto e documenti d’epoca uno dei disastri più gravi della storia dell’umanità. Attorno alla città si trovano numerosi parchi, perfetti per una giornata sul fiume; oltre a quello della Vittoria, uno dei più popolari in estate è l’isolotto di Hydropark, dove si trovano spiagge, un parco acquatico, ristoranti e un casinò.

Stadio: le partite che si disputeranno a Kiev ( 11, 15, 19, 24, 27, 28 Giugno, più la finale del 1 Luglio 2012) avranno luogo nello Stadio Olimpico che, dopo lunghi lavori, è stato inaugurato nell’ottobre 2011. Lo stadio ha una capienza di 70.000 posti a sedere e ospita solitamente le squadre locali dell’Arsenal Kiev e della Dinamo Kiev. Per raggiungerlo, ci si può affidare alla metropolitana (fermata Olimpiiska) oppure con i bus locali. Per ulteriori informazioni, clicca qui.

 

Trasporti: Kiev è collegata all’Italia da numerosi voli diretti di compagnie di bandiera (Alitalia, Air Baltic); per risparmiare del denaro, tuttavia, è possibile acquistare un volo low-cost per Riga e da lì muoversi a Kiev. Tra il centro e l’aeroporto esistono diversi bus; in alternativa, è possibile viaggiare in taxi (si consiglia di negoziare il prezzo prima della partenza o di effettuare una prenotazione online, clicca qui per informazioni). Per muoversi nel centro, ci si può affidare a metropolitana, bus, tram e ad una funicolare. La rete della metropolitana è piuttosto efficiente e permette di raggiungere con facilità le maggiori attrazioni della città. I biglietti per le corse possono essere acquistati nelle stazioni (ci sono anche macchinette automatiche) e si presentano sotto forma di monete blu per le corse singole e come tessere magnetiche per quelli cumulativi.

 

Hotel: nel centro di Kiev si trovano diversi hotel di lusso di catene internazionali (per esempio Hilton e Radisson) ma anche molte pensioni di qualità (per esempio, Oselya, votata come una delle migliori da Tripadvisor). Una buona alternativa è quella di noleggiare un appartamento; numerosi siti (per informazioni sugli appartamenti in affitto a Kiev clicca qui) offrono soluzioni di diverse metrature adatte ad ogni budget.

 

Ristoranti: la cucina ucraina è conosciuta come una delle più succulente di tutto l’est europa. Tra i piatti tipici, vi sono zuppe a base di verdure e carne (una delle più diffuse è la salianka, con carne, cetrioli, pomodoro e cavolo). In estate, si trovano ovunque insalate a base di verdura, carne e pesce fresco. Come dolce, non può mancare la torta Kyvivsky, a base di meringa e nocciole, accompagnato da Kvas, una sorta di birra a base di linfa di betulla, e da un bicchiere di vodka. Tra i ristoranti più popolari per la cucina tradizionale si segnala Pervak e SSSR Restaurant, che offre un’accurata selezione di specialità degli ex paesi sovietici.

 

Divertimenti: La notte di Kiev si anima soprattutto in estate quando, complice il caldo, aprono numerosissimi bar all’aperto sia nel centro che lungo il fiume. Tra le zone più popolari per un drink figurano Kreshchatyk e Lypky; in alternativa, ci si può sedere in un parco per una birra attorno a Pechersk. I locali più alla moda della città sono il Bar on 8, Patipa e Arena. Durante le stagioni più fredde, gli ucraini affollano i teatri e l’Opera cittadina, la cui stagione è ricca di appuntamenti di alto livello.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: