ViaggiNews

Protesta Tir: continua il blocco, manifestante ucciso ad Asti

martedì, 24 gennaio 2012

Ancora presidi sull’autostrada \Roma – File chilometriche di camion e tir: così si presentavano ieri le strade ed autostrade dell’Italia, dalla Sicilia fin in Lombardia. La protesta, partita una settimana fa nella più grande isola del paese, continua senza sosta e dopo le manifestazioni ed i disagi di ieri oggi si prevede un’altra giornata di fuoco. Fin dalle prime ore della mattina si sono registrate dei blocchi e la circolazione si presenta più difficoltosa in Piemonte, sulla A21 in direzione Piacenza e ai caselli di Asti, in Emilia Romagna intorno alla città di Parma e a Napoli. Intanto la protesta che ha paralizzato tutta la penisola ha coinvolto anche gli stabilimenti della Fiat di Cassino dove il primo turno lavorativo, dalle 9 alle 14, è saltato.

Non solo proteste e cortei ma, anche un terribile incidente ha interessato la manifestazione dei Tir. Intorno alle 5 di questa mattina un manifestante, autotrasportatore di 44 anni, è stato investito sulla strada stradale 10 ad Asti. Stando alle prime ricostruzioni dell’accaduto l’uomo è stato travolto da un camion proveniente dalla Germania che non aderiva alla protesta ma, per il momento non si conosce l’esatta dinamica dell’accaduto.

Per tutte le informazioni sulla protesta dei tir clicca qui.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: