ViaggiNews

Cosa si mangia in Spagna? Guida alla cucina spagnola

martedì, 24 gennaio 2012

Tutte le informazioni sulla tipica cucina spagnola \ I piatti ed i prodotti tipici della cucina spagnola sono la testimonianza di quanto il passato di una nazione possa influire anche a livello gastronomico. Infatti all’interno della sua cucina sono confluite le tradizioni culinarie di tutti i popoli che nei secoli precedenti si sono stanziati nel territorio: dalla colonizzazione dei Fenici nell’VIII secolo a.C. essenziale per lo sviluppo della produzione di olio e vini, passando per i romani e fino all’occupazione degli arabi, con l’introduzione di spezie, miele e mandorle. La cucina spagnola si presenta come un mix di gusti genuini e semplici ed ha avuto il merito di essere stata il veicolo tramite il quale sono stati introdotti in tutta Europa i prodotti provenienti dall’America come le patate, il pomodoro, il mais ed il cacao.

Ingredienti. Una parte essenziale della cucina spagnola si base sui prodotti derivanti dalla pesca, quindi potrete mangiare deliziosi crostacei, frutti di mare e pesci freschissimi serviti nei modi più svariati. Oltre al pesce nei piatti tipici si utilizzano molte verdure ed in particolare nelle regioni più interne, dove il territorio è montuoso, la base dell’alimentazione è costituita principalmente dalla selvaggina.

Piatti tipici. Il piatto più famoso in Spagna è sicuramente la Paella che rappresenta l’unione di tutti gli ingredienti principali della nazione. é un piatto unico costituito da riso, pesce, crostacei, molluschi, pollo e carni rosse e prende il nome dalla particolare padella, paella in spagnolo, in cui è preparato. Un altro piatto famosissimo sono le Tapas, crostini conditi con vari ingredienti, dal pesce fritto ai salami piccanti,  che si consumano principalmente durante l’aperitivo serale. La Spagna produce ottimi salami e prosciutti crudi locali come il Jamòn Serrato ed il Pata Negra e formaggi prelibati come quello di pecora chiamato Queso Manchego. Altri piatti tipici sono le Tortilla, omelette di patate e cipolla ed il Gazpaco, una zuppa a base di pomodori, peperoni e verdure fresche che viene servita fredda ed accompagnata da crostini.

Dolci. Una parte molto importante della cucina spagnola è rappresentata dai dessert che sono per lo più a base di mandorle, miele e biscotti e richiamano molto da vicino la tradizione siciliana. Apprezzata in tutto il mondo è la crema catalana a base di latte, uova, zucchero e caramello.

Cosa bere. La Spagna ha, come già prima ricordato, un’importante tradizione vinicola alle spalle e produce ottimi vini da tavola e da pasto. Il vino rosso è chiamato Tinto ed i più pregiati sono il Jarez de la Frontera ed il Ribera del Duero. Tra le bevande più famose c’è la Sangria a base di vino, spezie e frutta.

Quando si mangia. Gli orari dei pasti  sono in parte diversi da quelli a cui siamo tradizionalmente abituati in Italia. Il pranzo, che costituisce il pasto principale della giornata, si consuma tra le 14 e le 16 mentre, la cena non prima delle 22.

Per tutte le informazioni su Madrid clicca qui

Per guida Valencia clicca qui.

per guida Barcellona clicca qui.

Federica Fralassi

Tags:

Altri Articoli Interessanti: