ViaggiNews

Isola del Giglio, nave naufragata, ultime news: ancora 70 i dispersi

sabato, 14 gennaio 2012

La nave adagiata sul fianco (foto dal web)

Tragedia isola del Giglio nave da crociera 70 dispersi – A più di 12 ore dalla tragedia della Costa Concordia mancano ancora 7o persone all’appello. Delle 4234 persone presenti sulla nave al momento dell’incidente se ne contano a terra 4179. Tre i morti accertati, due turisti francesi ed un peruviano membro dell’equipaggio, i cui corpi sono stati recuperati in mare e per i quali la Procura di Grosseto ha richiesto l’autopsia. 67 i feriti di cui per 42 è stato richiesto il ricovero presso le strutture ospedaliere di Orbetello e Porto Santo Stefano.

‘Un boato nella notte, il black out e la nave che imbarca acqua. E improvvisamente la crociera diventa una tragedia da Titanic’. Così alcuni naufraghi raccontano la terribile esperienza vissuta questa notte. Soltanto che non ci troviamo ad inizio del ‘900 in mezzo all’oceano, ma nel 2012 a largo dell’isola del Giglio a bordo di una delle navi da crociere più famose del mondo, la Costa Concordia.

L’incidente è avvenuto intorno a mezzanotte, l’imbarcazione colpisce uno scoglio, lo squarcio sulla fiancata è di oltre 70 metri, ed inizia ad imbarcare acqua. Nel giro di pochi minuti il comandante dà l’ordine di evacuazione: sono 4234 le persone a bordo fra viaggiatori ed equipaggio. Vengono calate le scialuppe, ma le operazioni di salvataggio sono lente, tanto che alle 3 del mattino ancora 100 persone sono sulla nave che ormai è adagiata su un fianco. In molti si lanciano in mare, mentre gli elicotteri della guardia costiera illuminano a giorno le acque toscane. I superstiti portati in salvo nell’aerea attrezzata di Porto Santo Stefano hanno negli occhi il terrore e in molti continuano a domandarsi come un film possa diventare realtà nel 2012.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: