ViaggiNews

Capitali europee della cultura 2012: Guimaraes e Maribor

lunedì, 9 gennaio 2012

Un viaggio alla scoperta delle due capitali europee della cultura 2012 \Roma – Siete alla ricerca della meta perfetta per il viaggio del nuovo anno e cercate una località che sappia unire fasciano, storia, arte e che sia allo stesso tempo la meta più in voga del 2012? Allora optate per Guimaraes in Portogallo o per Maribor in Slovenia. Perché queste due particolari città? Facile, si sono aggiudicate il titolo di Capitali europee della cultura del 2012, riconoscimento importantissimo conferito dall’Unione Europea e appartenuto l’anno precedente alle magiche città di Tallinn e Turko. Due mete molto diverse tra loro ma, di uguale fascino e che avranno l’arduo compito di utilizzare questo titolo per mettere in mostra la loro vita culturale, con eventi, festival e mostre,  accrescendo  in questo modo  il turismo e la visibilità a livello europeo.

  • Guimaraes si trova nel nord del Portagollo nella provincia di Minho e vanta una storia antichissima, con origini celtiche risalenti al X secolo. Di grande splendore è il suo centro storico che nel 2001 è stato proclamato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Da non perdere una visita al Castello che sorge maestoso sulla collina chiamata “Sagrada” e che oltre ad essere uno dei castelli portoghesi più antichi, può vantate il fatto che al suo interno nacque Alfonso I Henriques, il primo Re del Portogallo. Oltre allo storico monumento e alla fortezza gotica del XV secolo, il Parco dos Duques de Braganca, tutta la regione merita di essere visitate ed è inoltre la meta perfetta per chi ama dedicarsi al trekking e alle escursioni grazie alla presenza di montagne e colline ricche di fascino e storia.

  • Maribor si trova nel cuore dell’Europa, in Slovenia ed oltre al titolo di capitale europea della cultura è stata anche inserita tra le “10 cose da fare nel 2012” secondo la famosa casa editrice Lonely Planet. La città è situata sulle sponde del fiume Drava e ha alle spalle una passato molto travagliato. Fino alla fine della prima guerra mondiale infatti faceva parte dell’Impero Austro Ungarico e successivamente fu assegnata al Regno di  Jugoslavia  durante il Terzo Reich. Alla fine della seconda guerra mondiale e a seguito dell’indipendenza della Slovenia visse un periodo di crisi e difficoltà economiche da cui si riprese facendo leva sulla sua vicinanza all’Austria e sul suo patrimonio artistico e culturale. Da non perdere una visita alle sue meravigliose piazze o una passeggiata romantica lungo le sponde del fiume. Maribor è la meta perfetta per gli amanti del vino, grazie alla presenza del vigneto più antico al mondo, ma anche per gli appassionati degli sport invernali, è qui infatti che si tengono alcune gare per la Coppa del Mondo di sci alpino, e per chi ama rilassarsi alle terme circondato da cultura, storia ed arte.

Due città di grande fascino e cultura pronte a dare il meglio di loro stesse con eventi e festival da non perdere.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: