ViaggiNews

Strasburgo e i mercatini di Natale: guida e informazioni utili per vivere il Natale in Alsazia

venerdì, 11 novembre 2011

BANCARELLE, CONCERTI, DECORAZIONI NATALIZIE, IL MAGICO NATALE A STRASBURGO E NEI MERCATINI DELL’ALSAZIA \Roma – Volete recarvi in Francia per Natale ma, non desiderate vivere il solito tour di Parigi e cercate qualcosa di nuovo, frizzante e davvero natalizio? L’Alsazia fa per voi! Situata nel nord-est della Francia, questa regione diventa magica durante l’inverno quando, grazie alla neve e ai mercatini, diviene la meta perfetta per farsi contagiare dallo spirito natalizio. Il legame tra l’Alsazia e Natale ha origini antichissime, infatti sembra che la tradizione di decorare l’albero durante le feste sia nata a Strasburgo, così come moltissime fonti sono concordi nello stabilire che il più antico mercatino di Natale d’Europa sia stato allestito nelle piazze della città. Se queste ragioni non sono sufficienti per pianificare un weekend (magari in occasione del ponte dell’Immacolata), si potrebbe aggiungere che l’Alsazia vanta numerose eccellenze gastronomiche (vino e birra in primis) che, degustati in una taverna tradizionale, potrebbero costituire il completamento goloso di un fine settimana attorno a Natale.

 

MERCATINO DI NATALE A STRASBURGO

Dal 1570 Strasburgo ospita il Christkindelsmarik ( dal 26 Novembre al 31 Dicembre, tutti i giorni dalle 9 alle 19, qui il sito), il famoso mercatino di Natale, considerato da molti come il più antico d’Europa. Vera o no questa notizia, sta di fatto che Strasburgo sembra essere veramente la città perfetta in cui trascorrere il periodo natalizio tra luci colorate, addobbi  per la la casa, decorazioni tradizionali e deliziosi aromi che si irradiano nelle vie della città. Il Natale a Strasburgo inizia da metà Novembre con l’allestimento in Place Kleber del grande albero di Natale e delle bancarelle che animano la vita della città fino all’Epifania. Centinaia di artigiani di talento espongono incredibili idee regalo, come oggetti d’antiquariato, decorazioni per l’albero ed il presepe rigorosamente realizzati a mano mentre, negli stand gastronomici i golosi possono deliziarsi con biscotti natalizi, bredle, ma anche cioccolato, mandorle, caramelle speziate, dolci di marzapane e, per riscaldarsi, vin brulè. Oltre ai mercatini sono molti gli eventi che caratterizzano il Natale a Strasburgo, tra cui circa 50 concerti (nelle strade e nelle chiese) e, ovviamente, numerose attrazioni per i più piccoli, come la grande pista di pattinaggio in Place du Chateau. Per immergersi completamente nelle tradizioni locali, ci si può recare con dei doni sotto il gigantesco albero di Natale, dove tutti gli anni gli strasburghesi sono soliti portare dei regali che verranno donati ai biù bisognosi.

COSA VEDERE

Strasburgo è una città ricca di cultura e arte, i cui  monumenti, palazzi e chiese sono l’ennesima testimonianza del suo antichissimo passato. Da non perdere in una visita alla città è l’imponente Cattedrale di Notre-Dame, conosciuta soprattutto per il bellissimo orologio astronomico, vero capolavoro rinascimentale. Altrettanto magnifiche sono le Chiese di Saint-Thomas e di Saint-Pierre le Jeune ma, lasciatevi trasportare dall’incredibile atmosfera che si respira nel quartiere chiamato “Petite France“. Caratteristiche casette in legno dai tetti spioventi e costruite nel XVI secolo fanno da sfondo ai molti canali che attraversano il quartiere, sormontato da quattro imponenti torri trecentesche. Numerosi sono anche i musei che arricchiscono Strasburgo tra cui il Museo di Arte Decorativa, il Musee des Beaux-Art, i tre musei presenti nel settecentesco Palais Rohan ed il Museo di Arte Moderna e Contemporanea che ospita opere di Picasso, Monet, Kandinsky e Brauner.

MERCATINI IN ALSAZIA

In tutti i paesini dell’Alsazia il Natale rappresenta non solo un’importante occasione turistica ma, anche la possibilità di far rivivere tradizioni antiche e magiche. Sono numerosissimi i mercatini di Natale (clicca qui per mercatini di natale a Salisburgo) che si tengono nelle varie città tra cui quello a Altkinrc, il cui centro storico si trasforma in un villaggio delle merviglie chiamato la Foresta Incantata. Fin dai primi giorni di dicembre sceneggiature incredibili, dame, streghe e luci colorate riproducono le varie leggende della tradizione di questa bellissima cittadina dell’Alsazia, lasciando il turista senza parole e invaso dallo spirito natalizio.

Bancarelle con odori prelibati che vanno dalla cannella, al vino cotto, ai marroni appena gettati sul calderone, sono invece le caratteristiche del mercatino di Natale a Mulhouse, piccola città industriale dell’Alsazia. Tradizioni natalizie che risalgono al 1987 sono quelle che segnano l’atmosfera natalizia  a Colmar, le cui piazze sono invase da decine di bancarelle. Un’atmosfera da fiaba, con luminare che decorano le case, i negozi, le piccole botteghe artigianali e i palazzi medievali, invade tutta la città e l’anima dei turisti. Sono 4 i mercatini che si svolgono a Colmar: a Plaza des Dominicains, a la Petite Venise, a Place Jeanne D’Arc e a Place de l’Ancienne Douane.

Da non perdere in un tour dei mercatini natalizi dell’Alsazia è quello che si tiene a Guebwiller. Qui oltre alle tantissime bancarelle stracolme di prodotti artigianali e culinari locali sarete circondati da  decorazioni e illuminazioni magiche e potrete assistere ad uno dei tanti concerti di Natale che si tengono nella bellissima chiesa i St-Léger. Nel mercatino di Natale di Kaysersberg, trovano posto oltre a prodotti golosi come vino caldo, pan pepato e i famosi dolci bredele, anche oggetti di artigianato locale come vetro soffiato, giocattoli in legno e gioielli realizzati a mano. Dulcis in fundo non perdetevi, se vi trovate a Strasburgo, il mercatino che si tiene a Haguenau, un magnifico comune a soli 30 chilometri dal capoluogo alsaziano. Bancarelle, concerti, spettacoli, luci e tipici addobbi natalizi invadono le vie e le piazze fin dai primi giorni di dicembre.

COME ARRIVARE

Per raggiungere Strasburgo in auto bisogna dapprima attraversare la Svizzera, poi la Basile e proseguire sulla A35. Da città come Milano e Torino, Strasburgo dista rispettivamente 477 km e 549 km.

L’aeroporto internazionale Strasburgo-Entzheim dista poco più di 10 km dal centro, con il quale è collegato tramite un servizio autobus. Dall’Italia non ci sono voli diretti per lo scalo di Strasburgo ed è quindi necessario fare degli scali, che di solito si effettuano a Parigi o Lione. A distanza di circa 60 km si trova invece lo scalo tedesco Karlsruhe/Baden-Baden che è servito dalla compagnia aerea Ryanair con partenza da Cagliari e Roma/Ciampino. La città dell’Alsazia è collegata egregiamente con molte città europee tramite la rete ferroviaria e con treni ad alta velocità che partono da Parigi, Lione, Zurigo, Monaco di Baviera e Milano ( in 7 ore si raggiunge Strasburgo).

COME MUOVERSI

Muoversi in città tramite i mezzi pubblici è veramente facile e comodo. Sono 29 le linee dei bus e 5 le linee dei tram che collegano perfettamente ogni angolo si Strasburgo. Se non temete troppo il freddo, non rinunciate a scoprire la città tramite la bicicletta, scoperta resa possibile dalle numerose piste ciclabili e dai bellissimi spazi verdi.

Federica Fralassi

Tags:

Altri Articoli Interessanti: