ViaggiNews

Idee di Viaggio| Ponte 1 novembre: tra sagre enogastronomiche e relax in tutta Italia

giovedì, 27 ottobre 2011

I LUOGHI DOVE TRASCORRERE IL PONTE DEL 1 NOVEMBRE IN ITALIA, DA NORD A SUD ALL’INSEGNA DEL RELAX E DELLA BUONA CUCINA \Roma – Il prossimo fine settimana sarà caratterizzato da un lato dalla festa prettamente nazionale del 1 novembre in onore di tutti i Santi e dall’altro lato da festa importata da oltre oceano di Halloween (clicca qui per info). Sia che si decida di trascorrere il weekend all’insegno delle tradizioni più legate al nostro territorio, sia che si decida di nascondersi dietro una maschera e divertirsi per le strade della città al grido di Dolcetto o Scherzetto, questi giorni saranno l’occasione giusta per ritagliarsi un lungo weekend dalla vita quotidiana. Quest’anno infatti il lungo Ponte del 1 novembre cade di martedì e fin da sabato 29 ottobre si può partire verso la destinazione scelta che sia essa una capitale europea o un piccolo paesino incastonato fra i monti. Ogni angolo della penisola italiana sarà invaso da sagre, degustazioni, feste, mercatini e concerti che offriranno ai turisti la possibilità di trascorrere un indimenticabile weekend all’insegna del gusto e del relax.

Umbria. La terra umbra è in questo periodo la meta perfetta per trascorrere il Ponte del 1 novembre circondati dalla natura e dall’arte. Perugia, Assisi, Gubbio sono tutte città che vi lasceranno incantati e dopo aver ammirato lo splendore dell’arte italiana, dedicate qualche ora del vostro soggiorno a passeggiare tra le sue colline, un vero e proprio ristoro per la mente e per il benessere del corpo, ma soprattutto non perdetevi le sagre dedicate alle castagne, come quella che si terrà a Narni e che faranno contento sicuramente il vostro palato (clicca qui per info su weekend in Umbria).

Toscana. Colline dai mille colori, viali lunghissimi, cipressi che svettano in ogni angolo, acque termali (clicca qui per info) , ottima cucina: tutte questo e molto altro è la Toscana. Meta ideale in cui trascorrere il Ponte del 1 novembre tra città magiche come Firenze, Siena e Pisa o tra piccoli e caratteristici borghi che per l’occasione saranno il palcoscenico per le sagre e fiere più gustose. Le castagne saranno le protagoniste nei comuni di Marciana, di Piteglio, di Talla, di Santa Fiora e a Ortignano Raggiolo, mentre a Barberino di Mugello si svolgerà la mostra mercato del tartufo bianco e nero. Se tra i tanti luoghi della Toscana decidete di soggiornare in un comodo agriturismo nei dintorni di Siena, non perdete l’occasione di montare a cavallo (clicca qui per percorsi) e lanciarvi al galoppo verso la scoperta della natura e della storia delle colline senesi e soprattutto passeggiate nella meravigliosa Strada del Chianti (clicca qui per info) un vero e propri viaggio all’interno delle tradizioni enogastronomiche della Toscana.

Montagna. Gli amanti della neve possono anticipare un po’ i tempi della classica stagione sciistica e dirigersi verso il nord Italia, dove i primi impianti sciistici sono già aperti (clicca qui per info) grazie alle nevicate che si sono registrate in questi ultimi giorni sul settore alpino. Dopo una bella sciata e dopo aver messo in tensione i muscoli rifugiatevi in qualche centro benessere (clicca qui per info), dove potrete coccolare il vostro corpo magari immergendovi in una bellissima vasca idromassaggio con acqua termale caldissima circondati dalla neve bianca.

Piemonte. Il tratto di territorio che va da Asti a Cuneo è tra i luoghi più importanti per quanto riguarda la cultura, il relax, la gastronomia e la bellezza paesaggistica. Ci troviamo ovviamente nel magnifico territorio delle Langhe, zona sud est della regione, un ottimo ritrovo per trascorrere il Ponte del 1 novembre in perfetta armonia con la natura. Oltre alla scoperta di zone di grande importanza storica come il Castello di Grinzane Cavour, la Fortezza di Serralunga o il bellissimo borgo di Neive, tre le Langhe piemontesi verrete circondati dai profumi della terra, primo fra tutti il prelibato tartufo, protagonista della sagra ad Alba (clicca qui per info). Non solo tartufo ma, anche formaggi, nocciole e tante varietà di vini come il Barolo, il Barbera e il Nebbiolo prodotti proprio dalla terra pura piemontese.

Sardegna. I nostalgici del mare, del caldo e di acque cristalline possono trascorrere un favoloso weekend nel sud della Sardegna, approfittando ancora delle temperature più miti che caratterizzano questa parte d’Italia. Partendo dalla piccola cittadina di Castadias,sulla costa sud-orientale, passando per Cagliari e per Calasetta sul versante ovest, si possono vivere intense giornate all’insegna di lunghe passeggiate alla scoperta dei piccoli borghi dell’entroterra e dei meravigliosi vigneti dai quali vengono prodotti vini prelibati come il Malvasia, il Moscato e il Nasco.

Federica Fralassi

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: