Destinazioni al caldo: guida pratica al meglio delle Hawaii

| |

hawaii 300x200 Destinazioni al caldo: guida pratica al meglio delle Hawaii HAWAI IL MEGLIO GUIDA PRATICA/Roma-Le Hawaii sono un arcipelago dell’Oceano Pacifico e costituiscono uno dei cinquanta stati degli USA. Le isole hanno origine vulcanica e sono caratterizzate da una vegetazione tropicale che contrasta con le acque cristalline dell’oceano. La capitale, Honoloulou, si trova a Ohau, tuttavia le isole più conosciute sono Hawaii, Maui, Kauai, Molokai e Lanai. Grazie a una natura incontaminata e a strutture di lusso, le Hawaii rappresentano una destinazione perfetta per quanti vogliono trascorrere alcuni giorni di completo relax in un ambiente assolutamente unico. Ecco una breve guida con il meglio di ogni isola:

 

HAWAII: L’isola è la più grande dell’arcipelago e lì si trovano due tra i vulcani più attivi della terra, che possono essere visitati (a debita distanza) con un tour nel Parco Nazionale. Mauna Kea, secondo la mitologia locale sacro agli dei, può essere visitato anche di notte per ammirare lo spettacolo degli zampilli di lava. Quanto alle spiagge, Kohala e Kauna sono adatte ad una tranquilla nuotata mentre la ventosa Hapuna è ideale per il surf.

 

OAHU: L’isola è la più turistica e offre ogni tipo di divertimento e di confort. Nel lato a sud si trova Honolulu che, oltre a essere il centro economico e politico dello stato, ospita modernissimi grattacieli (in cui hanno girato diverse scene di Lost), la Cattedrale di Saint Andrew, lo Iolani Palace (ex sede della monarchia) e l’Aloha Tower, il faro simbolo dell’isola. Chi non ama l’atmosfera caotica della popolarissima Waikiki Beach può dirigersi verso Pupukea Beach, raggiungibile con una passeggiata che attraversa una foresta tropicale.

 

MAUI: Seconda per dimensioni solo a Hawaii, l’isola è conosciuta per la natura struggente e per essere la destinazione perfetta per chi ama tutti gli sport che hanno a che fare con il mare come sub, snorkelling e surf. Il modo migliore per esplorare l’entroterra è quello di visitare l’Haleakala National Park, uno dei vulcani spenti più grandi del mondo. A Kapalua, nel nord dell’isola, si trovano invece i resort più lussuosi ed è possibile giocare a golf su ampie colline che degradano verso l’oceano.

 

KAUAI: Conosciuta come ‘isola giardino’, è caratterizzata da una vegetazione lussureggiante e lì si trovano luoghi di assoluto interesse naturalistico come il Waimea Canyone e la costa di Na Pali, che ha fatto da set al film come ‘Jurassic Park’ e ‘King Kong’. Numerose spiagge sono accessibili solo via mare e l’isola è adatta a quanti sono in cerca di una vacanza green in un ambiente selvaggio; chi ama camminare può percorrere il Kalau Trail, un antico sentiero che attraversa l’entroterra nord e, dopo scenografiche cascate, termina su alte scogliere a picco sul mare.

 

 

INFORMAZIONI PRATICHE:

TRASPORTI: Il viaggio dall’Italia alle Hawaii dura circa 20 ore e non ci sono voli diretti. Compagnie come British Airways, Air France, Us Airways e Delta Air Lines effettuano voli più volte alla settimana (il costo parte solitamente da 1000 euro). Per muoversi tra le isole il mezzo migliore è l’aereo tuttavia, prenotando con molto anticipo (la compagnia è Hawaiia Airlines), i prezzi sono veramente low cost. In alternativa, è possibile organizzare una crociera, tuttavia è necessario considerare più giorni per i vari spostamenti.

DOCUMENTI E VACCINAZIONI: Alle Hawaai vigono le stesse leggi degli USA, quindi è necessario possedere un passaporto con validità di sei mesi. Le vaccinazioni consigliate (ma non obbligatorie) sono quelle contro difterite, tetano, epatite B e rabbia. Gli ospedali hanno un buon livello professionale, tuttavia è preferibile stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale che copra le spese in caso di ricovero.

EMERGENZE: L’Italia possiede un consolato, che si trova a Honolulu (7365 di Bishop Street) e può essere contattato telefonicamente allo 8082713560.

CLIMA: Il clima è di tipo subtropicale e non scende mai sotto ai 27 gradi. Nella stagione invernale (gennaio-marzo) possono verificarsi temporali soprattutto nelle isole più orientali.

MONETA: Dollaro

LINGUA: Inglese e Hawaiano

DORMIRE E MANGIARE: Le isole offrono numerosissime possibilità adatte a ogni budget. Chi ama il lusso può alloggiare in uno dei numerosi resort, spesso localizzati nei punti più suggestivi dell’arcipelago; in alternativa è possibile trovare b&b a gestione familiare nei villaggi fuori dalle città. Il sito del turismo hawaiano offre diverse informazioni sulle strutture delle isole e sui relativi prezzi, per informazioni clicca qui. La cucina Hawaiana subisce le influenze di quella portoghese e americana. I piatti sono generalmente ricchi di pesce e verdure, alcune delle quali vennero importate dai mercanti che utilizzavano i porti delle isole per i loro commerci. Una delle pietanze più tradizionali è il Saimin, una zuppa a base di alghe, gamberetti, funghi, cipolle e maiale. In alternativa, altre specialità diffuse sono il salmone Lomi (con pomodori, cipolle e peperoni), il maiale Kalua (cotto in foglie di banane e poi stufato) e l’Haupia, una sorta di budino preparato col latte di cocco. Sulle isole non mancano tuttavia ristoranti di ogni tipo che accontentano i gusti anche dei turisti più esigenti.

 

 

Ti piace questo post ? Condividilo:
Posted by on lunedì, ottobre 24th, 2011. Filed under Destinazioni, News, Primo Piano, Se viaggi.... You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry