ViaggiNews

Speciale Halloween: itinerario tra luoghi più misteriosi di Italia

giovedì, 20 ottobre 2011

HALLOWEEN IDEE VIAGGIO LUOGHI MISTERIOSI ITALIA/Roma- Negli scorsi giorni abbiamo parlato di diverse tradizioni per festeggiare Halloween in Europa (per esempio, a Edimburgo e Londra) e nel mondo (qui il programma dell’Halloween Parade a New York). Sebbene l’Italia sia più legata al significato religioso del giorno dei Morti e di Ognissanti, nel nostro paese non mancano le occasioni per celebrare questa festa, magari con una gita all’insegna del mistero e della paura. La presenza di storie e leggende particolarmente truculente rende numerosi luoghi della penisola adatti alla ricerca di fantasmi e spiriti che, magari proprio ad Halloween, torneranno a farsi vedere dall’aldilà. Ecco i più paurosi di Italia:

 

Cimitero delle Fontanelle, Napoli: L’enorme ossario è situato all’interno di profonde cave sotterranee e accoglie migliaia di teschi appartenenti a coloro i quali, soprattutto durante le epidemie del 1658 e del 1835, non potevano permettersi una migliore sepoltura. In questo luogo si celebra ancora oggi il culto delle ‘anime pezzentelle’: alcuni teschi diventano oggetto di devozione dei fedeli che, abbellendoli con fiori e casette, sperano così di mettersi in comunicazione con l’aldilà e avere particolari favori. Per informazioni, clicca qui.

 

Duomo, Milano: Secondo la tradizione, il Duomo di Milano sorge sopra a un nodo di energia positiva considerato sacro dai Druidi e la sua struttura gotica, oltre che elevarsi verso il divino, richiama simboli e fasi della transumazione. I misteri legati al Duomo tuttavia non finiscono qui; alcune leggende raccontano di una certa Carlina che, rea di aver tradito il marito, si gettò da una delle guglie. Il cadavere della giovane non fu mai trovato ma il suo fantasma sembra vagare negli angoli più oscuri della chiesa sotto forma di donna in abiti scuri con gli occhi spettralmente bianchi. Per informazioni sulla visita del Duomo, clicca qui.

 

Parco di Boomarzo, Viterbo: Il Parco venne progettato come un bosco sacro nel XVI secolo dal nobile Orsini per commemorare la prematura scomparsa della giovane amante Giulia. Sotto la fitta vegetazione si nascondono enormi sculture di pietra che raffigurano sfingi, mostri, draghi, case (volutamente) pendenti e esseri mitologici. Nonostante sia rimasto nella totale incuria per oltre trecento anni, le statue sono ben conservate e appaiono improvvisamente sotto spessi strati di muschi e cespugli. Per informazioni sul parco, clicca qui.

 

Castello di Bardi, Parma: L’enorme fortezza venne costruita attorno all’anno mille su uno sperone roccioso con le migliori tecnologie militari dell’epoca; oltre a mura scarpate, è dotata di alti torri ciclopiche e di un cammino di ronda che permetteva di colpire dall’alto tutti i nemici. Alla fine del 1400, il castello fece da sfondo alla drammatica storia d’amore tra Soleste e Morello; pensandolo morto, la giovane si gettò dalle mura del castello sotto gli occhi di lui, che decise di suicidarsi a sua volta. Numerose leggende narrano di misteriosi rumori e fantasmi che hanno suscitato l’interesse del Centro Studi Parapsicologici di Bologna, che ha decretato il castello ‘infestato’. Per informazioni sulla visita del castello, clicca qui.

 

Villa Palagonia, Sicilia: Villa Palagonia rappresenta uno dei migliori esempi di architettura barocca di tutta la Sicilia; costruita come residenza di svago a inizio ‘700, venne in seguito decorata con un giardino ricco di mostri e figure mitologiche. Il Principe Ferdinando Francesco, in particolare, si divertì a arredare la villa con poltrone dotate di aculei, sedie con gambe di diversa altezza, orologi a forma di animali e lampadari costruiti con bicchieri rotti. Secondo alcuni, camminando nella villa è possibile incontrare il suo fantasma che si diverte a terrorizzare i visitatori chiudendo improvvisamente le porte e muovendo oggetti dell’arredamento. Per maggiori informazioni sulla villa, clicca qui.

 

Cristina Mauri

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: