ViaggiNews

Idee di Viaggio | Barcellona: la guida low-cost per il weekend perfetto

lunedì, 26 settembre 2011 3

barcellona 2 300x186 Idee di Viaggio | Barcellona: la guida low cost per il weekend perfetto GUIDA LOW COST BARCELLONA WEEKEND HOTEL RISTORANTI ECONOMICI COSA VEDERE/Roma-Capitale della Catalogna, Barcellona è una delle mete top del turismo low-cost grazie alla sua capacità di coniugare monumenti di grande interesse storico artistico a una movida notturna e diurna unica nel suo genere- il tutto a prezzi davvero accessibili al grande pubblico. Per la molteplicità di attrattive, Barcellona si presta sia ad una vacanza di più giorni che ad un weekend in cui scoprire, e ovviamente godere, l’atmosfera di una delle città più interessanti e cool del mondo.

 

COSA VEDERE:

Muoversi a piedi è il modo migliore per visitare la città e, al tempo stesso, familiarizzare con lo spirito vivace e cosmopolita dei barcelloneti. Una delle attrazioni più famose della città è Las Ramblas, la strada che collega il Porto Vecchio e Plaza de Catalunya; lì i turisti si mescolano ai locali in cerca di relax di giorno (vi sono artisti di strada, fiorai, musicisti) e movida di notte (è la strada dei party). Al numero 91 della Ramblas si trova la Boqueria, un antico mercato che raccoglie variopinti chioschi di verdure, pesce, dolci, carne e molte altre specialità locali. Più avanti, alcuni vicoletti conducono al Barrio Gotico, il quartiere più antico di Barcellona e da sempre centro della vita della città. Gironzolando tra le strette stradine, si incontrano la Cattedrale di Santa Eulalia, la patrona della città (costruita nel XIII secolo,lì si trova particolarissima Fontana dell’Eden), e Plaza Real, dove ci si può rilassare in uno dei caffè all’aperto. La zona della Ribera si trova proprio accanto al Barrio Gotico ed è conosciuta soprattutto per il Museo Picasso, che ospita la maggior collezione di opere del grande artista. Chi si trova a Barcellona deve dedicare almeno un giorno alla scoperta dell’anima modernista della città. Il movimento modernista, legato soprattutto alla figura di Gaudì, si esprime al meglio nella monumentalità della Sagrada Familia, nella fantasia della Pedrera e di Casa Batllò e nell’atmosfera magica di Parc Guell, che offre anche una splendida vista sulla città. Quanto agli altri musei, gli appassionati d’arte non possono perdere una visita alla Fundaciò Joan Mirò, l’esposizione più importante dedicata all’artista, e al Museo dell’Arte Contemporanea, situato nell’interessantissimo quartiere del Ravel, riqualificato di recente grazie all’intervento di Richard Meier. Un altro museo di grande interesse è il Palau Nacional, progettato nel 1929 per l’Esposizione Universale e oggi maggior raccolta d’arte di tutta la Spagna.I tifosi non possono lasciare Barcelona senza aver messo piede nello stadio del Camp Nou, il tempio del calcio catalano. Chi vuole rivivere l’atmosfera delle Olimpiadi del 1992 può visitare la collina di Montjuic, dove si trovano diversi impianti sportivi, oltre che la Torre Calatrava, uno dei simboli della città.

Consigli low cost: La visita di Barcellona è decisamente low cost visto che molte attrazioni sono all’aperto. Tuttavia, diversi musei offrono ingressi gratuiti in giorni speciali ogni mese. Tra questi, il Museo Picasso, il Palau Nacional e il Museo d’Historia de Catalunya sono gratis la prima domenica di ogni mese mentre il Museum Maritim non si paga ogni primo sabato del mese. Per quanto riguarda i parchi, oltre a Parc Guell (gratuito), il Parc della Ciutadella, che si trova nei pressi del Museo Picasso, ospita una fontana di Gaudì e si presta per un pic-nic all’aperto con vista sul piccolo lago artificiale.

 

MANGIARE LOW COST: Per un pasto veloce e low cost è possibile scegliere tra le numerose offerte dalla Boqueria oppure puntare sulle tapas, mini porzioni di specialità locali, perfette a ogni ora del giorno con del Cava, il vino locale. Tra tanti ristoranti low cost, ve ne sono alcuni dove vale la pena fermarsi per assaggiare piatti tipici come la paella: El Chipiròn (si trova nel porto), la Fonda (vicino a Plaza Catalunya) e La Gramola (vicino a Passeig de la Gracia) sono ottime scelte che non svuoteranno il portafogli.

 

DORMIRE LOW COST: Barcellona offre numerosissimi ostelli e hotel low cost, spesso situati in palazzi di interesse storico artistico o dal design accattivante. Secondo il popolare giornale inglese ‘The Guardian’, i migliori sono Casa Gracia (il primo boutique hotel della città, prezzi dai 17 a 55 euro), Barcelona Urban (stile hit-tech, da 12 a 25 euro) e Marè de Deu Monserrat (in un ex villa in stile moresco, posti letto da 16 euro).

 

TRASPORTI:

Per raggiungere Barcellona ci si può affidare a una delle tante linee low cost (Ryanair e Easyjet sono le più popolari) oppure approfittare delle offerte delle compagnie di bandiera (Alitalia e Iberia). Prenotare con largo anticipo è il modo migliore per risparmiare denaro e avere maggiori possibilità di scelta. Per raggiungere il centro dagli aeroporti vi sono bus e, per quanto riguarda l’aeroporto Internazionale di Barcellona, treni. Muoversi in città è facile ed economico grazie ai numerosi mezzi pubblici (circa quattordici linee della metropolitana, bus). La Barcelona City Card include viaggi illimitati su tutti i tipi di trasporti e sconti nei principali musei per una durata di due/fino a 5 giorni (i prezzi partono da 25 euro/fino a 40 euro).

 

Ti piace questo post ? Condividilo:

Comments

Potrebbe interessarti anche: