ViaggiNews

Weekend | Mete d’autunno: in Ticino tra relax, enogastronomia e cultura

giovedì, 22 settembre 2011

WEEKEND AUTUNNO SVIZZERA ENOGASTRONOMIA CULTURA NATURA CANTON TICINO LUGANO/Roma-Sebbene nell’immaginario comune sia il paese delle banche, dei pascoli e del cioccolato, la Svizzera possiede in realtà numerose attrattive naturalistiche (che vanno oltre alle celeberrime montagne), enogastronomiche e culturali capaci di sorprendere qualunque visitatore anche solo dopo un weekend. L’autunno, che quest’anno sembra cadere un po’ più tardi del solito, rappresenta il periodo migliore per scoprire il lato inedito di questa nazione, soprattutto se ci reca nel Ticino, il cantone più a Sud. Quest’area, che si trova proprio al confine con la provincia di Como, coniuga al meglio l’amore per le tradizioni genuine elvetico e la cultura del belpaese ed è perfetta per un finesettimana all’insegna del relax.

Sulle dolci colline attorno al lago di Lugano vi sono diversi vitigni Merlot; durante i mesi di Settembre e Ottobre, la vendemmia viene festeggiata da numerosi eventi enogastronomici, come la Sagra dell’Uva del Mendrisiotto che, in programma a fine mese, propone degustazioni nei crotti e nelle cantine, oltre a musica e danze folkloristiche. Un altro appuntamento immancabile per i golosi è la Festa dell’autunno; durante il primo weekend di Ottobre, la città di Lugano (la principale del cantone) saluta la nuova stagione mettendo in mostra (gli assaggi sono garantiti) eccellenze gastronomiche come i formaggi di alpeggio, i salumi a base di cacciagione e i funghi.

Partecipare a questa festa è il modo migliore per farsi un’idea di come questa città, considerata oggi una delle più vivaci della Svizzera, sia nel pieno di una rivoluzione culturale. Il centro storico, che si trova in una baia profonda sul lago, conserva begli edifici in stile lombardo trasformati oggi in negozi esclusivi e botteghe artigianali. I giardini sul lago, riqualificati negli ultimi anni grazie a un particolarissimo progetto paesaggistico, possiedono diverse varietà di camelie e piante tropicali che si integrano perfettamente con le modernissime installazione di arte. A questo proposito, gli appassionati non possono perdere una visita al Museo di Arte dove vengono allestite mostre di altissimo livello dedicate ai maestri di questo linguaggio (in questo periodo c’è un’esposizione su Hugo Pratt,). Gli amanti dell’architettura legano Lugano al nome di Mario Botta. L’architetto, famoso in tutto il mondo per il suo stile austero e raffinato, ha realizzato in città la Banca del Gottardo, il Palazzo Ransila e, sull’altra sponda del lago, il Casinò, parte del comune di Campione d’Italia.

Sul lago di Lugano, che gode di acque balneabili (ma non in autunno), si trovano diversi villaggi di pescatori che sono visitabili con una bella gita in battello. Gandria, Carona e Ascona conservano la stessa atmosfera di decenni fa e si prestano ad una passeggiata romantica in riva al lago. Chi viaggia coi bambini può invece puntare su Melide, dove si trova Swissminiatur, un parco giochi che riproduce i luoghi simbolo dello stato. Il Ticino offre infinite possibilità per chi vuole esercitarsi nel trekking d’alta quota. La Val Maggia, che si trova a meno di un’ora di auto di Lugano, offre percorsi adatti ad ogni camminatore e splendidi panorami sulle vette circostanti. In alternativa, ci si può avventurare sui sentieri della Val Verzasca tra torrenti turchesi e boschi di lecci resi dorati dall’autunno.

 

Informazioni pratiche: il Canton Ticino si trova a ridosso dell’Italia ed è raggiungibile attraverso la dogana di Ponte Chiasso, in provincia di Como. Per entrare in Svizzera è necessario possedere un documento di identità valido (carta d’identità o passaporto); chi non è italiano deve informarsi presso la propria ambasciata sui documenti necessari, dal momento che spesso bisogna avere un visto. Per viaggiare verso Mendrisio e Lugano (che distano circa un’ora l’una dall’altra) si possono utilizzare le strade statali o l’autostrada; per accedere a quest’ultima, è necessario pagare la cosiddetta vignetta, un biglietto d’ingresso (l’acquisto viene segnalato con un adesivo) che dura un anno e costa circa 40 euro. Soggiornare in Svizzera può risultare piuttosto dispendioso, tuttavia con qualche accortezza è possibile risparmiare denaro e trovare strutture di buon livello. La città di Lugano offre diversi hotel di lusso (per esempio lo storico Splendide Royal) tuttavia chi preferisce la tranquillità (e il risparmio) può scegliere una pensione nei paesini sul lago (qui una lista). Le manifestazioni segnalate danno la possibilità di assaggiare diversi prodotti locali tipici; in alternativa, si può cenare in una trattoria o uno dei crotti diffusi un po’ ovunque in questa regione.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: