ViaggiNews

Guida Seychelles:luoghi, consigli e itinerari per una vacanza da sogno

giovedì, 22 settembre 2011

GUIDA VACANZE ALLE SEYCHELLES, LUOGHI CONSIGLI E ITINERARI PER UNA VACANZA DA SOGNO/Roma-Le Seychelles rappresentano un arcipelago considerato fra i più belli dell’Oceano Indiano e tra i più affascinanti del mondo. Un vero paradiso in terra, di quelli che costantemente popolano i sogni di chi vive all’ombra delle moderne metropoli. In realtà, dal vivo non soltanto non deludono, ma la realtà in alcuni casi supera l’immaginazione. Purtroppo, non si può certo dire che tali meraviglie siano a buon mercato. Al di là del volo aereo, tutt’altro che economico anche se si approfitta di offerte e sconti, una volta atterrati le possibilità di sistemarsi a prezzi economici sono davvero scarse e lontane anni luce dalle cifre dei pacchetti tutto compreso molto popolari per altre destinazioni, Mar Rosso prima di tutti. Così come scarse sono quelle di prendere parte ad escursioni, effettuare immersioni o praticare sport acquatici senza impegnare buona parte del budget giornaliero. Motivo per cui, spesso, un viaggio da queste parti si prende in considerazione per occasioni eccezionali come il Viaggio di Nozze. Considerazioni economiche a parte, però, difficilmente ci si può trovare di fronte a spettacoli naturali equivalenti, neanche andando a scorrere l’elenco delle più belle spiagge al mondo.

L’arcipelago delle Seychelles è costituito in tutto da 115 isole divise in 2 gruppi, le “Inner Islands” (41) e le “Outer Islands” (74), e si trova nella zona sud-ovest dell’Oceano Indiano, distanti dall’Africa Orientale circa 480 km. (l’isola più vicina). Universalmente famose per il loro mare, meta ambita per tutti coloro che cercano una vacanza indimenticabile, le Seychelles non mancano di offrire spunti culturali e storici, come la “Vallee de Mai” con il suo famosissimo “Coco de Mer”. La capitale, che si trova sull’isola di Mahè, la più grande dell’arcipelago dove vive il 90% della popolazione, è la città di Victoria. In ordine di decrescente ampiezza troviamo poi le isole di Praslin, Silhouette, La Digue, Frigate.

Seychelles map, foto dal web

Ovviamente, chi sceglie le Seychelles come meta per le vacanze, sa bene che le attività principali praticabili da queste parti riguardano immersioni e vita sulla spiaggia, magari con qualche pomeriggio impiegato tra animalwatching e birdwatching o una scalata alle stupende montagne immersi nella folta vegetazione. La scelta del periodo indicato alle proprie esigenze, da queste parti dipende quasi essenzialmente dai vostri gusti. Il tempo quì è regolato dagli alisei che soffiano in direzioni contrarie in due periodi dell’anno: da ottobre a marzo da nord-ovest e da maggio a settembre da sud-est, ma questo a poco a che vedere con le variazioni di clima, ideale per il soggiorno praticamente in qualsiasi periodo dell’anno. Per vela e windsurf, ad esempio, l’ideale è l’inizio o la fine della stagione degli alisei, cioè a maggio ed a ottobre. Per le immersioni, i mesi più indicati sono da marzo a maggio e da settembre a novembre. Per il relax, sempre godibile, va tenuto conto che gli alberghi sono molto affollati (e più cari) nei mesi di dicembre, gennaio, luglio e agosto e che il clima, umido con una temperatura che si mantiene abbastanza costante, con un’escursione generalmente compresa tra i 25 e i 30 gradi, favorisce ulteriormente il riposo nei periodi dove gli alisei, deboli o assenti tra aprile e maggio ed ottobre e novembre, fanno sì che il mare sia calmo e che si possa apprezzare appieno sia la pace della spiaggia che il fondale cristallino.

Riguardo al folklore le Seychelles, diversamente da altri arcipelaghi di tradizione simile, non annoverano molte feste tradizionali. Quasi tutte, infatti, vanno di pari pari passo con il calendario delle festività cristane-cattoliche. Il principale evento culturale non religioso è il Festival Kreol, istituito per preservare e promuovere la cultura creola; si tiene ogni anno verso la fine di ottobre e per una settimana si assiste a una vera e propria esplosione di cucina, moda, arte, musica, balli. Artisti creoli di tutto il mondo convergono alle Seychelles in questa occasione e si esibiscono in teatro di strada, mostre di fotografia, incontri letterari e altre manifestazioni artistiche. Indispensabili per il viaggio, Passaporto e biglietto di andata e ritorno. Al momento dell’arrivo, sul passaporto viene apposto un timbro con la data di durata del soggiorno (relativa, appunto, alle date di arrivo e partenza del biglietto) e che in nessun caso può superare i 30 giorni (sono possibili proroghe di natura straordinaria, ma in questo caso bisogna rivolgersi esclusivamente agli uffici competenti per l’immigrazione e si consiglia vivamente di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia (Consolato delle Seychelles in Italia: Via del Tritone, 46 – 00187 Roma, Tel. 06 6780530 – Fax 06 6794583).  La vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatoria esclusivamente per i viaggiatori provenienti da paesi dove tale malattia è endemica come Kenya ed Etiopia, ma anche nel caso di solo transito aeroportuale se questo è superiore alle 12 ore o se si lascia l’aeroporto di scalo. Si consiglia pertanto a coloro che provengono da paesi in cui tale malattia non è endemica, o che facciano scalo nei modi suddetti, di munirsi comunque del certificato di vaccinazione. Per quanto riguarda invece malaria e malattie tropicali, tutta l’area delle Seychelles è generalmente priva di rischio.

Consigliabile per il soggiorno, vestiario che copra le braccia e le gambe, repellenti per insetti, creme solari ad alta protezione resistenti all’acqua, assicurarsi che la sistemazione prenotata sia fornita di aria condizionata e zanzariere e sottoscrivere un’assicurazione che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario. Nel momento di prenotare, tener presente che per le acque prospicienti Anse Lazio beach, rinomata spiaggia sull’ isola di Praslin, le autorità locali hanno emanato il divieto di balneazione per pericolo squali, comune anche alle spiagge di Anse Lazio, Anse Georgette, Petite Anse Kerlan and Grand Anse Kerlan, St Pierre Island, Curieuse island ed altre minori. Occhio quindi alla scelta del resort, che potrebbe collocarsi proprio su una delle spiagge a rischio con conseguenti disagi.

Informazioni utili: il fuso orario è +3h rispetto all’Italia (ora solare, +2h in regime di ora legale). Le lingue comunemente parlate sono Inglese, Francese e Creolo, mentre la moneta in corso è la Rupia (SCR). In caso di noleggio auto sul posto, è possibile guidare con la patente italiana.

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: