ViaggiNews

Weekend|Delémont, Svizzera. Cultura e natura nel cuore del Canton Giura

venerdì, 9 settembre 2011 6

delemont Weekend|Delémont, Svizzera. Cultura e natura nel cuore del Canton Giura

Delémont, foto dal web

WEEKEND A DELEMONT, SVIZZERA. CULTURA E NATURA NEL CUORE DEL CANTON GIURA/Roma- Delémont rappresenta un’ottima occasione per chi decide di concedersi un bel weekend votato al relax, alla cultura ed anche agli appassionati di trekking, che da queste parti possono trovare alcuni tra i percorsi di trekking più belli d’Europa. La cittadina, in un contesto tranquillo ed in una zona che non ha certo bisogno di presentazioni, è la meta ideale per coloro che desiderano fondere relax e cultura, natura e sport, cercando l’Europa praticamente a due passi da casa visto che un weekend, seppur lungo, certamente non basterebbe ad esempio per approfondire tutte le meraviglie di Praga o le bellezze di Bruxelles .

L’origine di Delémont è stabilirsi all’età del bronzo. Dal settimo secolo, la regione apparteneva alle terre dei Conti di Alsazia. Nel 12 ° secolo, fu ceduta al Vescovo di Basilea e dal 1289 al 1793, fu la capitale della tenuta di Delémont. Nel 1793, Delémont fu conquistata dalle truppe rivoluzionarie francesi e divenne sede di uno dei distretti del dipartimento del Mont Terrible. Nel 1800, questo fu incorporato nel Dipartimento du Haut-Rhin. Dopo la caduta di Napoleone, la regione è stato assegnata al cantone di Berna.

Dal 1947, la città divenne un centro di agitazione per la separazione dal cantone di Berna. Nel referendum del 1974, la maggioranza ha votato per la creazione del Canton Giura. Dal 1976 al 1978, Delémont è stato il luogo di incontro per la stesura della Costituzione cantonale per il nuovo cantone, che è stato creato 1 gennaio 1979, con Delémont come capitale.

Il centro della città vecchia, risalente ad epoca medievale conserva ancora la sagoma originaria. Due le porte di accesso originarie, da vedere di sicuro: la Porte au Loup (1775) e la Porte de Porrentruy (1756-59). Poi i resti dell’antica cinta muraria, con il Tour des Archives, che risale al tredicesimo secolo. Poi, tutte le piazze della città offrono spunti culturali ed architettonici di rilievo, caratterizzate da fontane monumentali risalenti al sedicesimo secolo ed ottimi esempi di stile rinascimentale.

La chiesa cattolica di Saint-Marcel, inoltre, costruita tra il 1762 ed il 1767 in un misto di stili architettonici che spaziano dal barocco al classico, merita sicuramente una visita. Altri gli edifici importanti, tra cui vanno citati l’Hôtel de Ville, il Châtellenie, adesso palazzo di giustizia, il Palazzo Vescovile e la cappella tardo gotica di Saint-Michel, risalente al diciassettesimo secolo.

Ultima ma non in ordine di importanza, la sinagoga di Delémont, che si trova nella parte occidentale della città. Se invece volete fare un’esperienza enogastronomica immersi in un’atmosfera d’altri tempi, il Castello di Domont, costruito nel 1560, è ora sede di un rinomato ristorante.

Alloggiare da queste parti non è difficile. Alberghi, Agriturismi, Pensioni e B&B non mancano. Utile a questo proposito una ricerca veloce sul web per scoprire offerte e soluzioni (Clicca quì per maggiori indicazioni).

Andrea Mariani

Comments

Sullo stesso Argomento: