ViaggiNews

Idee di Viaggio: Bruxelles, città di musei e belle arti

giovedì, 8 settembre 2011

BRUXELLES, AUTUNNO DORATO TRA MUSEI E BELLE ARTI/Roma- Con un clima ancora mite che rende piacevole il turismo in questo periodo, sia che si decida tra le tante destinazioni in Italia belissime in autunno oppure di concedersi un weekend in Europa, il Belgio rappresenta un’occasione da considerare anche se il clima non è propriamente favorevole, basta concentrarsi sull’aspetto culturale della vacanza (anche se quello enogastronomico, soprattutto consideranto la famosa specialità delle praline di cioccolato di Bruxelles, che meritano un tour dedicato, non è da sottovalutare). Bruxelles è senza dubbio la città del Belgio più adatta per un turismo di questo tipo, essendo la più ricca della regione di musei ed opere d’arte. Naturalmente e proprio per questo, se si opta per la formula weekend sarà ben difficile riuscire ad approfondirli tutti, ma si potrebbe comunque cominciare dai più rinomati per poi decidere di ritornare per completare l’opera.

Da non perdere, sicuramente:
Musées Royaux des Beaux Arts, che vanta una ricca collezione pittorica di più di 20.000 pezzi. Suddiviso in due settori, il Museo d’arte antica e quello d’arte moderna, ospita opere che vanno dal XV al XX secolo. La parte antica ospita opere che vanno dal ‘400 al ‘700 ed è principalmente incentrata sull’arte fiamminga, anche se non mancano autori italiani, spagnoli e francesi. Qui si possono trovare le creazioni di Pieter Bruegel il vecchio, Rubens, Hieronymus Bosch e Antonie Van Dyck. Quella moderna si dispone su sei piani nell’edificio neoclassico antistante al Palazzo Reale. La mostra è organizzata in ordine cronologico e comprende opere di tutte le maggiori correnti artistiche dell’ottocento e del novecento.
Il complesso del Cinquantenario, che nasce da un magnifico parco, costruito nel 1880 per celebrare i cinquant’anni dell’indipendenza belga, al cui centro sorge un arco ispirato al più celebre Arco di Trionfo di Parigi. Qui si trovano tre musei quello delle automobili d’epocaa, quello delle armi e il Musées royaux d’art e d’histoire. Quest’ultimo ha una collezione di 350.000 reperti provenienti dalle più antiche civiltà e dalle più remote parti del globo, dai mesopotami ai romani, dalla Polinesia all’America precolombiana.
Musée Bruxellois de la Gueuze museo-fabbrica storica della famiglia Cantillon che conduce da generazioni la birreria più importante di Bruxelles, capace di produrre 900 ettolitri l’anno. Il pezzo forte è la Gueuze Lambic, una birra acida davvero speciale che si ottiene da fermentazione naturale ci cui si possono osservare i vari processi produttivi.
E Poi la Maison du Roi, sulla città di Bruxelles, il Musée René Magritte che raccoglie oggetti e quadri del pittore; il Musée Horta vero e proprio tempio dell’Art Nouveau dedicato ad uno dei suoi maggiori rappresentanti, la Maison d’Erasme casa-museo dell’umanista Erasmo da Rotterdam, il Musée des Instruments de Musique ed infine l’Anciens Magasins Waucquez dove ha sede il museo del fumetto.

In conclusione, c’è veramente di che confondersi, proprio come per le soluzioni di alloggio. Grandi alberghi, pensioni, B&B, case in affitto ed ostelli sono presenti in grandi quantità e tutti rintracciabili via web. (Per maggiori informazioni, clicca quì) Così come per i voli. Di offerte ce ne sono tante, anche last minute e low cost. (Clicca quì per saperne di più)

Andrea Mariani
Andrea

Tags:

Altri Articoli Interessanti: