ViaggiNews

Idee di Viaggio| Sicilia, San Vito Lo Capo in bassa stagione

mercoledì, 7 settembre 2011

San Vito Lo Capo, foto dal web

DESTINAZIONI SICILIA IN BASSA STAGIONE:SAN VITO LO CAPO/Roma- San Vito Lo Capo è uno delle più famose località balneari della Sicilia. La sua spiaggia è stata eletta nel 2011 la migliore spiaggia italiana e si è classificata ottava a livello europeo. Il paese nasce alla fine del settecento nella bianchissima baia posta tra Capo San Vito e Punta Solanto, periodo in cui iniziarono a comparire le prime case intorno al Santuario di San Vito Martire. Alla fine dello stesso secolo, attorno alla chiesa esisteva già un piccolo nucleo di abitazioni. Nasceva così San Vito Lo Capo. Nell’arco dei secoli, la cittadina ha accolto esploratori, viaggiatori e persino commissari governativi che, mossi da curiosità, interessi culturali o militari, misero a punto meticolose ed interessanti descrizioni sulla geografia dei luoghi visitati. Ad oggi, il turismo è una delle risorse più importanti nell’economia del paese, aiutata anche dalla vicinanza con l’eccezionale area naturalistica della Riserva dello Zingaro e dei siti culturali di Erice e Segesta. Certo, ha perso un po’ di fascino soprattutto in alta stagione, quando diventa un vero e proprio crocevia di turisti da ogni parte d’Europa e del mondo, ma recupera sicuramente tutta la sua magia in bassa stagione, quando un clima ancora adatto al turismo balneare permette però di godere di tutte le attrattive presenti senza la calca dei mesi bollenti, e lo rende appetibile anche come tappa per un bel run motociclistico della Sicilia o per un tour dell’isola in camper. Il lungomare splendido per passeggiare a pochi metri dalla spiaggia è molto romantico, come la strada che conduce all’altissimo faro dopo aver superato i due moli del porto. Inoltre, una strada panoramica attraversa l’altopiano, offrendo alla vista lo splendido paese e il suo golfo. La movida, certo, da queste parti non è l’attrattiva principale. Ma se si sceglie San Vito, lo si fa soprattutto per il suo mare e la sua spiaggia che con quasi tre chilometri di sabbia dorata, fainvidia ai più rinomati paradisi nostrani arrivando ad offuscare anche le meraviglie del Mar Rosso e dei mari del sud. Arrivando in paese dall’unica strada di accesso, la prima cosa che si intravede è proprio il mare. Cristallino ai limiti dell’impensabile, vi si accede attraverso un tappeto di sabbia bianco/rosata comodo per piantare un ombrellone (anche se in alta stagione è veramente difficile trovare lo spazio per ombrellone, lettini e materassini vari). In bassa stagione il problema non si pone, anche se la bellezza delle spiagge dei dintorni impone di non fossilizzarsi su quella ai piedi del paese.

Indicare un tratto di spiaggia più bello di un altro è veramente difficile, tutti sono incantevoli. Il fondale marino degrada dolcemente verso il largo, e le correnti non lambiscono minimamente questa zona, rendendola veramente ottima anche per chi non sa nuotare ma vuole godersi l’acqua lo stesso e per chi viaggia con bambini piccoli al seguito. Se poi preferite le rocce alla sabbia, nei dintorni non mancano sicuramente meravigliose scogliere. I buongustai poi avranno veramente di che leccarsi il palato visto l’enorme abbondanza di ristoranti della zona, e la miriade di specialità tipiche, magari proposte all’interno delle varie sagre dei dintorni. Consigli pratici: evitate menù turistici ed arancini, che potrebbero sembrarvi al di sotto delle aspettative. Da provare invece assolutamente cannoli, cassate e granite, esperienze gustative eccezionalmente uniche.

Molte le strutture ricettive presenti (comodo il sito booking.com, clicca quì per maggiori info), anche se da queste parti si opta quasi sempre per la formula delle case private in affitto, facilmente rintracciabili con una breve ricerca sui maggiori siti di annunci del web. Utile per consigli recapiti ed indirizzi il sito del comune (clicca quì) e di Sanvitoweb.com (clicca quì) http://www.sanvitoweb.com/

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: