ViaggiNews

Destinazioni|Vacanze Mar Rosso Settembre-ottobre: Berenice

mercoledì, 7 settembre 2011

Reef di Berenice, foto dal web

VACANZE MAR ROSSO SETTEMBRE OTTOBRE: BERENICE/Roma- Ormai meta tra le regine delle destinazioni preferite in questo periodo, il Mar Rosso trova sempre più spazio nei desideri degli Italiani. Berenice è una località dell’Egitto meridionale affacciata su una costa del Mar Rosso, forse la più incontaminata ed ancora lontana dal turismo di massa e del lusso di Sharm el Sheik, quella di Lahami Bay. Molto vicina al confine con il Sudan, si differenzia dalle mete più conosciute come Sharm, Hurgada e Marsa Alam in quanto non ancora sfruttata in tutte le sue potenzialità, nota quasi esclusivamente agli amanti delle immersioni per essere la più remota e intatta destinazione subacquea della barriera corallina.

Se questo per voi è un valore aggiunto, purtroppo lo si paga ancora un po’. Difficile da raggiungere, non è servita da voli diretti e bisogna approfittare dell’aeroporto di Marsa Alam, da cui dista circa 160 chilometri, e colmare la distanza tramite collegamenti in pullman (e chi conosce la strada costiera che percorre quasi tutto l’Egitto, sa cosa vuol dire percorrerla per 160 chilometri). Appena si arriva, però, lo spettacolo a cui si assiste ripaga della fatica. Certo, dimenticatevi la movida, i divertimenti di Sharm e di Naama Bay. Ma anche i rispettivi reef. La barriera corallina di Berenice è un’esplosione di colori tale che i pur incantevoli reef delle altre località perdono un bel po’ di fascino.

Da quì si possono raggiungere facilmente i più bei siti di immersione del Mar Rosso, come Saint John’s Reef, Blumen, Maksour, Abu Galawa. Volendo compiere un’escursione in mare aperto, a circa quaranta miglia dalla costa si trova il Dedalus Reef, esteso sistema corallino di Fury Shoal con decine di reef di ogni grandezza e l’area di Ras Banas. La barriera quì è talmente rigogliosa che anche chi non pratica immersioni o snorkeling, può ammirare le meravigliose creature del reef semplicemente passeggiando sulla riva, purchè dotati di opportune calzature. Al di là del mare, Berenice offre un paesaggio punteggiato di palme e mangrovie e il deserto preannuncia la vicinanza della savana. Port Berenice dà il nome alla zona, nel mezzo della quale c’è l’isola di Zabargard e la piccola Rocky Island. Più di 47 i punti di immersione sorprendenti, dove è anche molto facile incontrare delfini e tartarughe marine.

Rispetto alle altre località del Mar Rosso, sono relativamente pochi gli alloggi per i turisti anche se in grado di soddisfare tutte le esigenze, dall’hotel 5 stelle all’ecolodge. Quest’ultimo, proprio sulla spiaggia bassa e sabbiosa, è la scelta ideale per chi ama praticare kitesurf. Naturalmente, c’è un organizzatissimo diving center con staff internazionale e una flotta di imbarcazioni. La baia di Lahami offre poi chilometri di spiaggia sabbiosa interrotta, di facile accesso al mare ed ideale per sdraiarsi a prendere il sole. Tra le varie escursioni nell’entroterra, considerate d’obbligo almeno una battuta di birdwatching per ammirare gli uccelli. Per maggiori informazioni sui resort della zona, clicca quì.

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: