ViaggiNews

Eventi|Viterbo, Festa di Santa Rosa. Weekend low cost fuori dal comune

venerdì, 2 settembre 2011

Facchini di Santa rosa, foto dal web

FESTA DI SANTA ROSA A VITERBO, WEEKEND LOW COST FUORI DAL COMUNE/Roma- Il 3 settembre 2011 torna la Macchina di Santa Rosa a Viterbo. Un evento unico, non solo per i viterbesi e gli abitanti della Tuscia Viterbese, ma anche per tutti i turisti che si recano ad ammirare il trasporto. Assieme alle popolari sagre della zona, questa è una festa che da sempre richiama molto pubblico e può fornire un’ottima occasione per un weekend fuori porta, magari illudendosi di prolungare le vacanze in settembre, ammirando le bellezze della Tuscia e nello stesso tempo assistendo ad uno spettacolo fuori dal comune.

Ed è proprio il trasporto della Macchina di Santa Rosa, effettuato dai facchini, che emoziona credenti e non, per la sua spettacolarità e per la devozione che gli abitanti di Viterbo mostrano verso questa santa. La Macchina di Santa Rosa è un campanile alto 28 metri del peso di circa 46 quintali, che incede quasi a passo di danza sulle spalle di 100 uomini, chiamati Facchini di Santa Rosa, vestiti di bianco con una cintura rossa in vita. Questa mole illuminata, che rasenta le facciate di case e palazzi e supera con la sua altezza i tetti, riverbera con le sue mille fiammelle le strade buie della città, ammirata da una folla esultante e commossa che acclama, piange, invoca. Le difficoltà e la pericolosità del trasporto sono tali che ogni facchino, prima della grande prova riceve l’estrema unzione… Uno spettacolo di sapore leggermente medievale, caratteristico ma al contempo mistico e magico, che val la pena di esser visto almeno una volta. Per vedere il video, clicca quì.

Il programma dell’evento:
Dal pomeriggio – Visita dei facchini alle sette chiese e ritiro nel convento dei Cappuccini.
Ore 20:00 – Inno dei facchini e percorso inverso a quello del tragitto della Macchina di Santa Rosa.
Ore 21:00 – Porta Romana, chiesa di San Sisto; è qui che inizia il trasporto della Macchina. Cinque sono le fermate nel centro storico di Viterbo: Piazza Fontana Grande, Piazza del Plebiscito, Piazza delle Erbe, Corso Italia, Piazza Verdi.

Dopodichè, una bel tuffo nell’enogastronomia della zona, magari approfittando degli innumerevoli ristorantini a ridosso delle mura o dentro il centro storico, che tra una fettuccina al cinghiale, una bella grigliata mista ed una bottiglia di uno dei migliori vini della zona è sicuramente un ottimo modo di concludere una serata degna di questo nome. Per il pernottamento, sono molte le soluzioni a disposizione dei turisti. La migliore è senza dubbio quella del Bed and Breakfast. Ce ne sono molti nella zona e generalmente a buon prezzo, intorno ai cinquanta euro per una camera doppia, tutti con il loro bel sito internet. Attenzione a dove si trovano, però. Se sono all’interno de centro storico, non è possibile arrivarci in macchina. Per maggiori informazioni sull’evento clicca quì.

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: