ViaggiNews

Idee di Viaggio | A Settembre per la vacanza-vendemmia

mercoledì, 31 agosto 2011

 

SETTEMBRE MESE DI VENDEMMIA E DI VACANZE ALL’INSEGNA DELLA NATURA, UNA VACANZA CHIC E ALLA MODA TRA I VIGNETI ITALIANI \ Roma – La vera novità in fatto di vacanze nel mese di settembre? La vacanza-vendemmia! Il none mese dell’anno è sicuramente il momento più propizio per chi non vuole gravare troppo sul portafogli e godersi ancora il caldo sole italiano. Il clima che circonda il Bel Paese durante il mese di settembre è infatti ideale per trascorrere qualche giorno di relax al mare o nelle città d’arte, con un caldo non più afoso ma, piacevole e unito alla presenza di offerte low cost diventa il mese perfetto per una vacanza rilassante sia per il nostro corpo che per le nostre finanze.

Se però non vi piace stare distesi come lucertole sotto il sole per tutta la giornata e tanto meno avete voglia di mettervi in fila per visitare musei e chiese, quello che sicuramente potrebbe dare un sapore diverso alle vostre ferie settembrine è la vacanza-vendemmia: il nuovo must di stagione chic e alla moda.

Il mercato delle eno-vacanze sta attirando sempre più turisti che preferiscono godersi un periodo di riposo, lontani dal caos della città, in perfetta armonia con la natura, con gite fuori porta, passeggiate tra i campi e tra le vigne degli agriturismi. Il rito della vendemmia è diventato in questi ultimi anni una vera e propria abitudine vacanziera e gli agriturismi italiani si sono man mano adeguati per offrire ai loro ospiti tutti i sapori e le emozioni che una esperienza come questa può riservare.

Il mese di settembre è il periodo della vendemmia e in molti agriturismi, sparsi  in tutta la penisola italiana, è possibile partecipare alla raccolta dell’uva e alle attività della vendemmia, alla fine delle quali si può portare a casa il premio di tanta fatica: un’ottima bottiglia di vino, ricavata dall’uva raccolta con le proprie mani.

Dal nord del Trentino fino ai campi della calda Sicilia, per passare alle grandi distese della Toscane e dell’Umbria il  turista, durante i soggiorni in questi agriturismi, può alternare il lavoro nei campi a gite nei piccoli borghi medievali ancora non toccati dal turismo di massa, o a momenti da passare seduti a tavola per degustare le prelibatezze biologiche e locali. Gli agriturismi che offrono questi pacchetti di vacanza – vendemmia sono dotati di ogni confort e permettono di passare intere giornate all’insegna del relax e del buon cibo. Dopo il duro lavoro mattutino nei campi a raccogliere gli acini più prelibati infatti si può trascorrere il pomeriggio a bordo piscina circondati da piante e fiori profumatissimi, passando da un idromassaggio ad una calda sauna, ad un massaggio fatto con l’uva.

Se dopo esservi goduti la città vuota durante i lunghi mesi estivi avete voglia di rilassarvi e di rigenerare lo spirito e il corpo, lontano dalla confusione delle solite  mete turistiche, un bel ritiro in collina tra vigneti e borghi incontaminati è quello che sicuramente  fa al caso vostro.

Federica Fralassi

Tags:

Altri Articoli Interessanti: