ViaggiNews

Idee di Viaggio|Vacanze 2011, Spiagge “segrete” o quasi sconosciute

giovedì, 21 luglio 2011

IDEE DI VIAGGIO SPIAGGE SCONOSCIUTE\ROMA- Stufi delle spiagge affollate e rumorose? Voglia di relax in spiagge paradisiache lontani da tutto e da tutti? Ecco alcune spiagge dal nord al sud Italia poco conosciute dove godersi il mare in totale relax:

Punta Crena, Liguria –  Un mare cristallino dal fondale basso. E’ Punta Crena, una caletta isolata scavata dall’erosione del mare nella Riviera di Ponente. Un angolo di mare poco frequentato anche nei giorni di punta della stagione balneare. Dal più affollato molo Varigotti, si raggiunge a nuoto, meglio se con l’aiuto di un materassino, una canoa o un pedalò.

Isola d’Elba, Toscana –  La spiaggia di Remaiolo, nel comune di Capoliveri, è un angolo paradisiaco di sabbia e ghiaia. Una roccia la separa da una caletta più piccola.  Da Capoliveri seguite le indicazioni per Punta Calamita. Superato il Villaggio Costa dei Gabbiani si imbocca il sentiero sterrato che conduce alla spiaggia, da percorrere in bici o a piedi.

Cala Goloritze, Sardegna –  Cala Goloritze si trova nel comune di Baunei, in provincia di Ogliastra.  Acqua  color indaco, rocce dalla forma fantasiosa che ricordano figure strane e leggende di pietra.  Il modo più semplice per raggiungere Cala Goloritze è via mare da Cala Gonone o dalla spiaggia di Santa Maria Navarrese o via terra attraverso il suggestivo sentiero che parte da Golgo.

Marina di Palmi, Calabria – I fondali della Spiaggia della Marinella di Palmi, nella parte settentrionale della Costa Viola, in Calabria,  sono i più amati dai sub e dagli amanti dello snorkeling. Nonostante sia facilmente raggiungibile è poco frequentata. Accanto c’è l’Anfiteatro animato da un ricco calendario di eventi.

Spiagge di Marinello, Sicilia – Una bellezza selvaggia e paradisiaca, dal fascino leggendario.  Secondo la tradizione i suggestivi laghetti di Marinello si sono formati  per abbracciare la bambina che, caduta dalle braccia della madre miscredente, venne avvolta dalla sabbia bianca  che si materializzò, per volere della Vergine Nera di Tindari, al posto del mare. Due km di litorale con un mare cristallino e spiagge dal sapore esotico. Verso ovest si apre la stupenda spiaggia di Valle Tindari, tra i promontori di Mongiove e Tindari. Tindari si raggiunge da Messina, imboccando l’uscita Falcone.

Porto Badisco, Lecce– Scogli bianchi e aguzzi  interrotti solo da una piccola baia sabbiosa. Tra le destinazioni del Salento è la più selvaggia e incontaminata, che offre anche la possibilità di visitare  le bellissime grotte sotterranee o a pelo d’acqua, come quella dei Cervi, dove si possono ammirare dei dipinti rupestri risalenti a 4.ooo anni fa. Porto Badisco si raggiunge proseguendo da Lecce sulla litoranea in direzione sud per Porto Badisco. E’ consigliabile esplorare a piedi  tutto il tratto di scogliera.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: