ViaggiNews

Weekend| Norvegia, alla scoperta di Oslo tra musei, fiordi, isole e castelli

martedì, 14 giugno 2011

Porto di Oslo, foto dal web

WEEKEND IN NORVEGIA ALLA SCOPERTA DI OSLO TRA MUSEI, ISOLE, FIORDI E CASTELLI/Roma-
Approfittando del clima ormai mite, un weekend alla scoperta della splendida città di Oslo può essere un ottimo modo di iniziare a famigliarizzare con l’idea di relax e vacanze che l’estate promette.  Molti i voli low cost a disposizione, soprattutto offerti da Ryanair. Attenzione però, uno dei motivi principali del costo basso dei voli di queste compagnie spesso si identifica nell’atterraggio in aeroporti non proprio di mano, ce n’è uno, ad esempio, a ben 110 km di distanza dalla città… Ed i pullman di collegamento non sempre sono a buon mercato, indipendentemente dai prezzi riportati sul sito della città Oslo.

Una volta arrivati, un ottimo modo di cominciare il weekend potrebbe essere quello di fare un salto alla National Gallery, piuttosto centrale e raggiungibile faciolmente da tutti i punti della città. Di ritorno, una capatina all’Akersus castle, da dove si ha una bella vista del porto, un’occhiata al cambio della guardia davanti al Palazzo Reale, che si tiene tutti i giorni alle 13.30 ed una bella passeggiata lungo Karl Joans gate, la via principale. Anche quì, però, siate previdenti… Cibo e bevande non sono proprio a buon mercato.

Nel pomeriggio, un’opzione a cui non rinunciare è una visita alla penisola di Bygod,imbarcandosi su uno dei diversi traghetti che partono dal porto della città, sulla quale si trova il Museo del Folklore norvegese, strutturato completamente in casette di legno si stampo norvegese del passato e dove si può fare un’immersione completa nello stile di vita che questa popolazione manteneva un tempo.

Tornati ad Oslo, per la cena non è male fare un giretto nei pressi del municipio. Quì, i ristoranti caratteristici non mancano e generalmente i prezzi non sono male. Già che siete da quelle parti, poi, visitate il parco di Vigeland che, caratterizzato da molte statue particolari, offre un’atmosfera magica e quasi fiabesca.

Il secondo, ed ultimo giorno se avete optato per un weekend, risulta un po’ scarso se volete vedere tutto ciò che Oslo offre. Ad esempio, gita in barca sull’Oslofjorden, visita alle isolette di Oslo, noleggio biciclette e tour panoramico della città.Se non avete voglia di stancarvi troppo ma volete vedere il più possibile, prendete il biglietto per il Sightseen Tour della città, che vi permetterà di girare a bordo di un pullman panoramico, attraversando tutte le vie principali.E’ prevista anche la spiegazione in italiano di ciò che si osserva. Al termine, una visita all’Oscar’s Castle, dimora che il re Oscar fece costruire nella seconda metà del 1800, oppure al National museum o, più goliardico e meno culturale, ma comunque d’effetto, all’Ice Bar di Oslo.
Weekend breve ma intenso, che non permette in questa formula di conoscere a fondo una meravigliosa città, ma che sicuramente permette di coglierne bellezze maggiori e filosofia di vita, ottimi motivi per un ritorno magari… con più calma.

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: