ViaggiNews

Vacanze in caicco: Turchia, Bodrum e Antalya

lunedì, 13 giugno 2011

Crociera caicco- Turchia ( foto dal web)

GUIDA ESTATE MARE CAICCO IN TURCHIA CROCIERA BLU ANTALYA BODRUM\Roma-Quando si  sentono pronunciare parole “magiche” come: crociera blu, caicco, mare cristallino..viene alla mente la Turchia anche perchè il caicco (turco kayik, “barca”) è una barca di origine turca che inizialmente veniva utilizzata per la pesca; oggi invece uno dei modi migliori per passare una vacanza in un paese che nasconde  alcune tra le spiagge e  luoghi più belli del mondo è proprio un’intera vacanza sul caicco:  paesaggi incontamniati,calette trasparenti, pesce appena pescato da gustare a pranzo e cena ma soprattutto il tanto atteso relax..tra scorci di ineguagliabile bellezza.
Molti sono gli itinerari e le rotte che si possono effettuare in caicco, certo è che due dei principali luoghi dove si può iniziare la navigazione sono Bodrum e Antalya.

L’itinerario che parte da Antalya,  perla della costa Mediterranea, si effettua piò o meno in una settimana.Come prima tappa prevede Olympos, una delle più antiche città della Lycia che prende il nome dal monte alle sue spalle, la cittadina, inoltre, è molto celebre  per il fenomeno dei gas fiammanti emergenti dal suolo sulle colline vicine, da qui si procede  per la Baia di Adrasan Cavus, un vero e proprio paradiso dove si ormeggia e si passa la notte. La tappa successiva è Demre; questa è la cittadina di San Nicola dove il santo  compì degli atti di donazione a due sorelle povere, senza la dote, la notte di Natale, ecco da dove nasce la storia di Bababo Natale, Santa Claus in inglese (Saint Nicolaus). Non poco distante da qui va assolutamente visitata la cittadina di Myra, scolpita nella roccia, al tempo abitata dai Lici. In questo itinerario non può poi mancare la meravigliosa Baia di Kekova che un tempo  era piena di cittadine come Simena (sarcofaghi antichi lici in spiaggia in mezzo ai quali si fa il bagno, città sommerse a 3 mt di profondità), Aperlae, Dolchiste e Teimioussa. Da qui si prende la rotta verso Fethiye e una volta raggiunto questo angolo di paradiso ci si reca in una delle spiaggie più belle di Oludeniz: la spiaggia di Patara, 15 km di sabbia gialla ove le tartarughe “caretta caretta” depositano le uova e passano la notte, a Fethiye termina l’itinerario che parte da Antalya…i più curiosi potrebbero lasciare il caicco e proseguire magari verso Pamukkale  e dintorni.
Ulteriore itinerario è quello che parte invece da Bodrum, cittadina incantevole risalente al 12esimo secolo meglio conosciuta come Alicarnasso,qui nacque Erodoto e proprio qui c’è il Mausoleo del Re Mausolus, considerata una delle sette meraviglie del mondo, a Bodrum, inoltre, vanno assolutamente visitati anche l’anfiteato risalente all’era classica, il Castello di san Pietro ed il Mindos Gate da dove Alessandro il Grande entrò ad Alikarnasso.

Una volta in caicco..iniziano l’ottava..la nona…e tutte le altre mille  meraviglie del mondo; il caicco prende rotta verso la Baia di Palamutbuku..dove non ci si può non fare il bagno nell’acqua turchese e limpida. La tappa successiva è la Baia di Bencik che ha una particolarità, oltre infatti ad avere un ingresso decisamente stretto offre anche una vista mozzafiato una volta al suo interno. Altro giorno, altra baia, questa volta quella di Emel Sayin, incantevole baia dove poter  fare il bagno; una volta che ci si è rinfrescati nelle sue acque fresche si prosegue verso Orhaniye dove vi troverete di fronte ad uno scenario unico nel suo genere: formazioni naturali dovute alla marea chiamate “ Kiz Kumu”, ragazze di sabbia, molte le leggende relative ai percorsi di sabbia rossastra che vanno dalla spiaggia alla parte interna del mare. Da qui si passa a  Bozburun, un piccolissimo villaggio di pescatori ed al contempo un vero e proprio angolo di paradiso dove rilassarsi nel silenzio…. l’assoluto protagonista di questo villaggio. Il giorno successivo si prosegue verso Datca e Knidos.

L’ultimo giorno si naviga verso Karaada ( l’isola nera)dopo di che ci si ferma  alla Baia di Poyraz per fare il bagno e successivamente alla Baia di Meteor che prende il suo nome da un buco lasciato da un meteorite. Qui finisce l’itinerario che parte da Bodrum; ovviamente sono numerosissimi gli itinerari previsti per la Crociera Blu…e non si può certo dire..che uno vale l’altro ..perchè ognuno porta alla scoperta di paradisi e ricchezze mai viste..quindi il consiglio è quello di  iniziare da uno dei viaggi blu..gli altri  “colori” verranno…  sicuramente ..da sè..

Eren Gunes

Tags:

Altri Articoli Interessanti: