ViaggiNews

Estate 2011 | Croazia, Dalmazia alla scoperta di Korcula e Brac

giovedì, 26 maggio 2011

Isola di Korcula, foto dal web.

DESTINAZIONI CROAZIA DALMAZIA ALLA SCOPERTA DI KORCULA (CURZOLA) E BRAC (BRAZZA)
Notoriamente molto frequentata per i prezzi accessibili al grande pubblico, la Dalmazia (Croazia) negli ultimi anni ha visto una costante escalation tra le mete preferite dagli Italiani.L’isola di Korcula (Curzola, per noi), ad esempio, è tra le più belle della regione, un piccolo paradiso terrestre situato nel basso Mare Adriatico.
Grazie ad un clima tipicamente mediterraneo, Korcula è una destinazione appetibile per i turisti durante tutto il corso dell’anno e le sue ottime strutture ricettive offrono pacchetti per tutte le fasce di reddito.

Le spiagge incredibilmente belle e dal fascino ellenico dell’isola, unite alla caratteristica architettura delle città, rendono Korcula un posto ideale per chi è in cerca di mare, cultura, ed ovviamente relax, con in più un valore storico non trascurabile. Proprio quì, infatti, si svolse la celebre battaglia tra Veneziani e Genovesi nel 1298, quando Marco Polo fu fatto prigioniero dai Liguri.

I paesaggi che ispirano rimandi fiabeschi costituiscono un richiamo per giovani vacanzieri, attratti non poco anche dall’accessibilità dei prezzi di alberghi e ristoranti. Da vedere, sicuramente la Cattedrale di San Marco evangelista, esempio di stile romano-gotico, i caratteristici bastioni del porto, la porta Meridionale che permette di accedere al centro storico ed infine la caratteristica anche se presunta casa natale di Marco Polo.

Un’altra isola della zona molto bella da visitare è sicuramente Brac (in italiano Brazza), tra le più grandi dell’Adriatico, conosciuta per i suoi boschi, pini e uliveti. Famosa per il marmo bianco importato in tutto il mondo adoperato addirittura per la costruzione della Casa Bianca di Washington, del Reichstag di Berlino e della sede del Parlamento di Vienna. Interessanti da visitare, Supetar, il capoluogo dell’isola, tipicamente medievale e situata in una baia dal fondo sabbioso, Bol, situata alle pendici del Monte Vidova  cittadina rinomata per le sue meravigliose insenature, calette solitarie e naturalmente la lunga spiaggia di Zlatni Rat, una lingua di sabbia di 630 metri che cambia forma secondo la direzione del vento. Sia Supetar che Bol dispongono di ottime attrezzature turistiche e di buone strutture ricettive.

Brac, foto dal web

Infine, il piccolo paese di Milna, unico porto turistico dell’isola anticamente villaggio di pescatori, merita un’occhiata anche in ragione della bella chiesa in stile rococò risalente intorno al XVII secolo, mentre la cittadina di Blaca, che ospita un monastero del XVI secolo distrutto e riedificato nel XVIII, adibito oggi a museo, e la vicina Caverna del Drago che cela incisioni risalenti al IX secolo valgono certamente la poca distanza da percorrere.

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: