ViaggiNews

Idee di viaggio| Estate in Sicilia, Riserva dello Zingaro

mercoledì, 25 maggio 2011

Riserva dello Zingaro ( foto dal web)

IDEE DI VIAGGIO ESTATE IN SICILIA RISERVA DELLO ZINGARO\Roma-Fra San Vito lo Capo e Scopello, è incastonato un piccolo gioiello della natura in grado di lasciare a bocca a perta chiunque vi si rechi; si tratta dell’incantevole “Riserva Nturale dello Zingaro“, una delle più celebri in Italia.7 chilometri di costa e 1700 ettari di natura pura ed incontaminata. Non è ben noto perchè sia stato dato il nome di riserva dello zingaro a questo angoo di paradiso, certo è che di nomadi qui non ne sono mai passati al massimo i longobardi nel XIII secolo. Baie pavimentate da ciottoli che si perdono in un mare cristallino che possiede tutte le possibili tonalità dell’azzurro e del verde, scogli di ogni forma che separano le calette, conigli che spuntano da ogni angolo..per non parlare delle case coloniche, a strapiombo, che si affacciano sul bagnasciuga. Questa riserva va assolutamente visitata ma imperativo è farlo a piedi in quanto si rischierebbe di disturbare le quaranta specie di uccelli che nidificano e tutto il resto della fauna presente. Per quanto riguarda le piante presenti nella riserva molte di queste sono rarissime e tipiche della zona, molti invece i carrubi, gli olivi, frassini, qualche fusto da sughero; ciò che qui colpisce maggiormente è ovviamente il mare dello zingaro di un blu molto profondo con i suoi fondali limpidi pieni di grotte sottomarine.

La riserva non è solo mare, qui si possono vedere anche vette che raggiungono un’altezza di mille metri o testimonianze della vita di ottomila anni fa o ancora grotte come quella dell’Uzzo al cui interno si possono vedere i resti di una civiltà contadina molto recente. La cosa interessantissima è che nello zingaro sono rimasti oliveti, mandorleti, frassineti e anche della terra dedicata a seminativo vicino al Borgo Cosenza.

 Alla riserva possono accederci tutti coloro che lo desiderano, sono tre i percorsi classici, il primo corre lungo la costa da un limite all’altro della riserva (è il più frequentato, e anche il meno impegnativo), il secondo procede a zig zag sul territorio, incrociando la costa e le vette (più impegnativo), il terzo,invece,è riservato ai più sportivi, e  attraversa tutto lo Zingaro dall’alto al basso.

All’interno di questa meravigliosa Riserva molti sono i posti dove potersi rilassare: sentieri, vecchie case coloniche dove si può anche pernottare, ma regola fondamentale è non sporcare, non inquinare e rispettare tutto l’ambiente circostante.
Per chi volesse trascorrere un’indimenticabile vacanza in questa zona Tonnara di Scopello potrebbe essere il luogo giusto dove pernottare; si tratta di una Dimora Storica, costituita da un affascinante complesso di edifici antichi affacciati sul mare, racchiusi da un muro  e sovrastati da un’antica torre federiciana. La struttura offre la possibilità di soggiornare (solo settimanalmente) nelle  case dei pescatori, tutte  sul mare, con vista sui faraglioni, complete di bagno, cucina e piccolo spazio esterno sul mare.
Inoltre all’interno della Tonnara c’è un Diving Center che consente di fare escursioni subacquee lungo un percorso archeologico. Una visita a Scopello …a San Vito lo Capo e poi alla Riserva dello Zingaro potrebbe essere l’idea giusta per queste vacanze estive!

Eren Gunes

Tags:

Altri Articoli Interessanti: