ViaggiNews

Speciale Sci | In primavera, prezzo low cost per l’ultima neve più chic

venerdì, 25 marzo 2011

SCI LOW COST PRIMAVERA/ Roma- Lo sci primaverile è il passatempo preferito di quanti non amano il gelo polare dell’inverno e preferiscono alternare le sciate con momenti di relax in qualche baita per godere, oltre che degli spendidi panorami open-air, di una bella tintarella. Le forte nevicate di marzo hanno allungato quest’anno la stagione sciistica tanto che molte località montane ‘in quota’ hanno esteso l’apertura degli impianti fino all’inizio di maggio. Sciare in primavera, inoltre, garantisce diversi sconti che rendono possibile accedere alle nevi più chic a un prezzo davvero low cost. Ecco alcuni suggerimenti in Europa per organizzare l’ultimo weekend sulla neve prima della bella stagione.

In Francia, a Tignes

Grazie alla sua posizione in alta quota (il paese si trova a 2100 metri ma gli impianti superano ampiamente i 3000), Tignes permette sciate con neve perfetta sino a tarda primavera. Le piste sono adatte ad ogni livello e, per i più piccoli, è disponibile un kinder gardeen con servizio baby sitter. Il paese, inoltre, offre angoli pittoreschi e la possibilità di organizzare escursioni verso i numerosi laghetti del ghiacciaio. Il sito www.tignesnet.com, offre nel mese di Aprile la possibilità di alloggiare in chalet privati dotati di sauna al prezzo di 400 euro a settimana, con un risparmio di quasi il 50% sui prezzi invernali.

In Svizzera, a Zermatt

La località di Zermatt è frequentata dai reali europei che ne apprezzano, oltra alla splendida posizione sotto il ghiacciaio, l’atmosfera radical chic. Il paesino, vietato a tutti i mezzi motorizzati, possiede splendide piste che arrivano fino a 3900 metri, tra le più alte in Europa. Durante la sera, ci si può inoltre rilassare in uno dei numerosi locali walser che propongono raffinate cene a base di prodotti e vino locale. Il sito www.zermatt.ch propone per il mese di aprile pacchetti che comprendono hotel e skipass settimanale a partire da 500 franchi.

In Italia, a Livigno

Conosciuta come ‘il piccolo Tibet’ per le temperatura che in inverno sfiorano i 20 gradi sotto lo zero, Livigno diventa in primavera una meta accessibile per quanti vogliano godere delle splendide piste senza ibernarsi a causa del vento gelido. Il paesino, inoltre, offre diverse alternative per lo shopping dal momento che, per la sua posizione isolata tra le valli, venne dichiarato nel 1910 zona extra-doganale (in termini concreti significa che tutte le merci sono duty free). Per godere di neve (e shopping scontato), Livigno Snow offre soggiorni di una settimana in B&B con mezza pensione a partire da 400 euro a persona.

In Austria, a Ischgl

Il paesino tirolese di Ischgl, spesso snobbato durante l’inverno per la sua posizione piuttosto isolata, possiede in realtà 215 kilometri di piste che, per la loro altitudine, hanno la neve garantita fino all’estate. Durante l’ultima settimana di Aprile, Ischlgl si trasformerà per dare vita a un ernome party che durerà più giorni e vedrà, durante la serata finale, un concerto gratuito dei The Killers. Per l’occasione, l’Hotel Neder propone un pacchetto di una settimana a partire da 360 euro.

In Norvegia, a Strandafjellet

La primavera rappresenta il momento migliore per visitare le Alpi Norvegesi, inaccesibili durante l’inverno a causa di una temperatura con picchi di 40 gradi sotto lo zero. Le montagne di Sunnmore, incluse dalla BBC tra le mete da visitare quest’anno, danno la possibilità di sciare proprio sopra un fiordo. In questa regione, è inoltre possibile praticare il fondo (uno degli sport nazionali) e l’alpinismo, grazie ai tracciati tra i boschi ben segnalati e sicuri. L’Hotel Stranda di Stransafjellet offre nel mese di Aprile servizio B&B con ski pass a partire da 70 euro al giorno.

Cristina Mauri

Tags:

Altri Articoli Interessanti: