ViaggiNews

Idee viaggi | Interrail: Low cost giovane in giro per l’Europa

venerdì, 18 marzo 2011

Viaggi in libertà (foto dal web)

IDEE VIAGGI LOW COST INTERRAIL VIAGGIO GIOVANE / ROMA – L’idea di girovagare per un intero continente, avendo la libertà di scegliere giorno per giorno la prossima tappa, ha affascinato intere generazioni a cominciare dai mitici anni ’60, quando il mezzo preferito e più economico era rappresentato dall’autostop. Oggi, anche a causa di una crescente sfiducia verso il prossimo e ad una oggettiva pericolosità di darsi al pollice all’insù, una valida alternativa a basso costo per coloro che hanno voglia e tempo a disposizione per darsi alla vita del girovago può essere rappresentata dalla formula interrail, che consente ampi margini di spostamento non proprio a costo zero ma sicuramente economico, adatto anche a chi ha un budget ristrettissimo ma non vuole rinunciare alla sua dose di avventura.

Cos’è: il biglietto interrail consiste in un biglietto “open” utilizzabile su tutte le linee ferroviarie europee, generalmente a tempo, ossia valido per un certo periodo che va all’incirca dai dieci ai trenta giorni. Acquistandolo, si ha la possibilità quindi di partire per ogni destinazione europea senza la necessità di prenotare o acquistare in anticipo i ticket per le singole tratte, con un notevole risparmio in termini economici e la totale libertà di decisione (o meglio di indecisione).

Come  funziona: Innanzitutto, la possibilità di usufruire della formula Interrail è riservata ai soli cittadini europei. Avendo questo requisito, la scelta varia in termini di tempo. Attualmente, le formule previste sono di dieci, ventidue e trenta giorni di durata. Poi, si possono decidere i confini entro i quali il biglietto è valido. Esistono formule differenziate in base ai giorni di viaggio che si intendono fare, abbinabili in vari modi alle formule standard per andare incontro alle più disparate esigenze, tutte consultabili sui vari siti dedicati agli appassionati di questo genere di viaggi, dai quali è possibile ottenere tutte le informazioni più specifiche.

Cosa comprende: biglietto aperto “corsa semplice di seconda classe” utilizzabile su tutte le tratte europee (ad eccezione di alcune tratte speciali, comunque piuttosto rare). Tutto il resto, come supplementi per alta velocità, cuccette, prenotazione e quant’altro sono rigorosamente da pagare extra.

Andrea Mariani

Tags:

Altri Articoli Interessanti: