ViaggiNews

Weekend | Guide, Milano: itinerario russo nel capoluogo meneghino

venerdì, 18 marzo 2011

ITINERARIO RUSSO MILANO ANNO CULTURA RUSSA/ L’anno della cultura russa in Italia propone un ricco calendario di mostre, incontri ed eventi. La città di Milano gode storicamente di un legame culturale con la Russia da quando, a inizio del ‘900, il Teatro della Scala ospitò i Balletti Russi di Diaghilev. La vicinanza tra i due paesi è rintracciabile in diversi punti della città, che possono essere esplorati con un itinerario fuori dalle rotte turistiche più banali.

La giornata potrebbe iniziare con una visita alla mostra di Evgeny Utkin, nella zona di Brera. Gli scatti del fotografo, residente da diversi anni in Italia, descrivono diversi aspetti, spesso contraddittori, della Russia contemporanea. Prima di pranzo, ci si può rilassare presso il Bagno Russo di Alexandra Tchernikova, frequentato soprattutto da clienti russi amanti dei massaggi con i venniki, fasci di betulla e eucalipto. Dopo le terme, vale la pena assaggiare delicatezze come pelmeni, salianka e borsch presso Podkova, che oltre a cibo veramente russo è situato in una location in puro stile sovietico. Se il pranzo stimola le velleità culinarie di esperte e non, tutti gli ingredienti possono essere trovati presso il negozio di Tatiana Zonac che offre specialità come aringa, caviale rosso e nero e composte di frutta. Per lo shopping in stile moscovita, Kalinka ha un’ampia selezione di dischi di musica contemporanea russa mentre Isola Sovietika è specializzata in matrioske, uova Fabergè di legno e samovar, le bellissime teiere russe. Presso le signore russe (ma ora l’abitudine sta dilagando anche tra le italiane) va molto di moda prenotare alcune sedute da Naturalbiolifting, dove Joanna Hakimova ha brevettato un sistema che spiana le rughe attraverso precisi massaggi e esercizi da svolgersi a casa. Per l’aperitivo, è d’obbligo passare dal Bar Liberty: nelle serate del mercoledì, il locale organizza happy hour russi a base di vino kazako e ragaiki, sfogliatelle di mele. Per terminare la serata, si può infine far visita alla Galleria Nina Lumer, la cui collezione spazia tra le avanguardie degli ex paesi sovietici.

Per quanto riguarda gli eventi organizzati in città per celebrare il sodalizio italo russo, si segnalano diversi concerti di musica classica e contemporanea (per esempio, diretti dal maestro pietroburghese Terminakov), spettacoli teatrali (al Piccolo Teatro, con la regia di Konchalovsky) e alcuni scambi culturali (come il workshop teatrale tra Milano e San Pietroburgo). Oltre a questi eventi, ci si può rivolgere all’Associazione Italia Russia che, oltre ad organizzare incontri culturali con cadenza settimanale, propone corsi di lingua di ogni livello.

Cristina Mauri

Tags:

Altri Articoli Interessanti: