ViaggiNews

News | Diretta – Catastrofe in Giappone: terremoto e tsunami

venerdì, 11 marzo 2011

NEWS TERREMOTO GIAPPONE TSUNAMI / TOKYO (Giappone) -Sta per arrivare l’alba in Giappone. Un Paese dal volto devastato dal più terribile e potente terremoto che si sia mai registrato nel Sol Levante guarda spuntare il sole del giorno-dopo. Il day after dell’Apocalisse.  8.9 gradi della scala Richter che hanno fatto spostare l’asso terrestre di dieci centimetri. “Se fosse successo in Italia – ha spiegato il geologo del Cnr Giampaolo Cavinato – sarebbe stato raso tutto al suolo”.  In Giappone, a Tokyo,  le costruzioni antisismiche hanno evitato il peggio e molti dopo il panico di queste ore, dopo la paura di una nuova scossa, stanno cercando di tornare a casa (nella capitale sono state riattivate alcune linee metro). Ma a distruggere tutto è stato un devastante Tsunami, innescato dal terremoto,  che con la sua forza e imponenza (onde alte fino a 10 metri) ha spazzato via tutto, inghiottito due treni ed un’imbarcazione, raso al suolo case, ucciso, (particolarmente colpita la zona di Sendai). Per ora le vittime sono un migliaio, ma il numero è destinato, purtroppo a crescere. La paura ora è che possano arrivare nuove scosse (quelle di assestamento sono arrivate fino a 6.1 gradi) o un nuovo tsunami ed il pericolo sono le fuoriuscite di radioattività dalle centrali nucleari. Il sole sorge sulla Terra dilaniata.

LA CRONACA DI OGGI

Un terribile terremoto e poi un gigantesco tsunami con onde alte fino a 10 metri. Un’apocalisse che finora ha mietuto 32 vittime (il bilancio è purtroppo destinato a salire). Il Giappone è in ginocchio per la fortissima scossa di terremoto, 8.8 gradi della scala Richter, (la più potente mai registrata in tutto il Sol Levante), avvenuta stamane nel nord est del Giappone. I grattacieli di Tokyo hanno ondeggiato, le persone scese in strada per cercare rifugio sono state prese dal panico. Uno tsunami di 10 metri ha raggiunto la città di Sendai, mentre  più a nord sempre nell’isola di Honshu, si sarebbero avuto onde addirittura più alte. Lo riferisce Fuji Television.L’agenzia metereologica e geologica giapponese ha invitato la popolazione a ‘stare in punti alti’ perché potrebbero arrivare nuove ondate di Tsunami.

TRASPORTI – Trasporti in tilt in tutto il Giappone. Si registrano danni alle linee telefoniche (internet però funziona) alle ferrovie e alle metropolitane (che sono comunque state chiuse per sicurezza dalle autorità).  Alcune autostrade nelle regioni a nord di Tokyo (Saitama, Tochigi, etc..) sono state chiuse. Traffico aereo sospeso allo scalo internazionale di Tokyo Narita. Inondato quello di Sendai.

NUCLEARE– Tokyo ha dichiarato l’emergenza nucleare. Quattro centrali sono state chiuse.

Ore. 9.00 – E’ il terremoto più potente mai registrato nel Sol Levante. ‘Migliaia di volte superiore a quello dell’Aquila del 6 aprile 2009’ Lo ha detto il funzionario di sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Francesco Mele.

Ore 9.30 – Il premier Giapponese invita la popolazione a mantenere la calma.

Ore 10.oo – La Croce Rossa: Onde alte più delle isole

Ore 11.00– Sale il bilancio delle vittime: 40

Ore 12.00 – Governo assicura finora nessuna fuga radioattiva

Ore 12.45 – Revocato allarme Tsunami a Taiwan e Nuova Zelanda

Ore 13.oo – 2000 persone sono state evacuate dall’aerea intorno alla centrale di Fukushima, una delle zone più colpite dal terremoto.

Ore 13.30 – Cordoglio del Presidente Napolitano

Ore 13.40 – La Repubblica riferisce che l’emittente Nhk ha reso noto che un battello con circa 100 persone è stato spazzato via da un’onda anomala.

Ore 14.00 -Si moltiplicano gli aiuti: 25  nazioni hanno dato la disponibilità a fornire assistenza al Giappone. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri, Takeaki Matsumoto

Ore 14.30 – Sale il bilancio dei morti: la polizia riferisce di almeno 60 vittime.

Ore  14.45 – La tv Nhk riferisce di 95 morti accertati.

Ore 15.00 – Circa 300 cadaveri rinvenuti sulla spiaggia di Sendai.

Ore 16.00 – Sale a 288 il bilancio delle vittime. 349 i dispersi

Ore 16.15 – Si registrano delle scosse di assestamento di 5.5 gradi

Ore 16.40 – Pronti 300 aerei e e 40 navi per i soccorsi

Ore 17.00 – Non si hanno ancora notizie di 28 italiani che mancano all’appello. Le comunicazioni sono però saltate in tutto il paese.

Ore 17.30 – Riattivate alcune linee della metro a Tokyo

Ore 18.00 – L’agenzia ufficiale giapponese Kyodo parla di più di 1000 vittime

Ore 18.30 – Gli Usa forniscono al Giappone materiale di raffredamento nucleare

Ore 19.00 – Sono due i treni inghiottiti dallo Tsunami

Ore 19.30 – Il ministro dell’Industria Giapponese ha rivelato che potrebbe esserci una piccola fuga radioattiva nella centrale di Fukushima

Ore 21.03 – Nuova scossa di magnitudo 7.5 gradi

Ore 22.00 – Polizia: 378 i morti accertati

Ore 23.00- Evacuata aerea di 10 km intorno alla centrale di Fukushima: radizioni mille volte superiori al normale

Fonte: La Repubblica

Tags:

Altri Articoli Interessanti: