ViaggiNews

Carnevale | Guida ai Carnevale d’Italia 2011: da Venezia a Viareggio, da Cento a Putignano

giovedì, 17 febbraio 2011

CARNEVALE ITALIANO GUIDA VENEZIA VIAREGGIO CENTO / ROMA – Il Carnevale 2011 è già cominciato, ma il clou delle manifestazioni sarà compreso tra il 16 febbraio e l’8 di marzo. Avete perciò ancora tutto il tempo per organizzare eventuali viaggi in famiglia per raggiungere le località più celebri per il loro Carnevale. In Italia non c’è che l’imbarazzo della scelta, tale è la quantità e la varietà dei festeggiamenti che ricorrono durante questo spensierato periodo dell’anno. Sfilate di carri, maschere e spettacoli teatrali, giostre acrobatiche di origine medievale e, ovunque, feste in costume, balli, scherzi di ogni genere e tonnellate di coriandoli e stelle filanti.

VENEZIA : Il Carnevale di Venezia è conosciuto per la bellezza dei costumi, lo sfarzo dei festeggiamenti nella magica atmosfera della Laguna e consta di manifestazioni di svariato tipo: mostre d’arte, sfilate di moda, spettacoli teatrali ecc. L ‘edizione 2011 colorerà la città per tre fine settimana (e non due come di solito accade), dal 26 febbraio all’8 marzo 2011.  Il format di Sensation 2010 (titolo della scorsa edizione carnevalesca) verrà sviluppato, anche per l’edizione 2011; sara` protagonista il teatro di strada europeo dell`Ottocento. Il cuore del Carnevale sarà come di consueto Piazza San Marco dove si svolgeranno gli eventi più spettacolari ed attesi come la Festa delle Marie (amatissima rievocazione storica di origine antichissima), con tornei, antichi giochi popolari, artisti e musicisti; Il Volo della colombina o il Volo dell’angelo (o del turco), che apre le celebrazioni ufficiali del Carnevale di Venezia ed ha per protagonista una ragazza vestita da angelo che discende dal Campanile di Giotto; la Danza delle ore, spettacolo pirotecnico accompagnato da musica dal vivo, sfilate in costume e concorsi in maschera.
VIAREGGIO: Il Carnevale di Viareggio è uno dei più importanti e maggiormente apprezzati carnevali a livello internazionale. A caratterizzarlo sono i carri allegorici più o meno grandi che sfilano per le vie della citta` e sui quali troneggiano enormi caricature in cartapesta di uomini famosi nel campo della politica, della cultura o dello spettacolo, i cui tratti caratteristici, specialmente quelli somatici, vengono sottolineati con satira ed ironia. Il programma prevede sfilate durante le 3 domeniche, dal 20 febbraio. Per il martedì 8 marzo è prevista una sfilata notturna con spettacolo pirotecnico e domenica 13 marzo la grande chiusura. I biglietti per la manifestazione si possono comprare sul luogo e non c’è bisogno di prenotazione, l’ingresso costa 15 euro. Per dormire, può essere una buona idea approfittare per scoprire la Versilia di inverno. Si possono trovare sistemazione nei dintorni di Viareggio, da Lido di Camaiore, passando per la meravigliosa Pietrasanta, culla delle fonderie d’arte più famose del mondo o il Cinquale.
IVREA: Lo Storico Carnevale di Ivrea, avrà i suoi momenti di maggior aggregazione durante le ultime due domeniche di febbraio (dunque il 20 e il 27) e nella prima di marzo (quindi il 6). Nel corso di questi tre giorni si svolgeranno le celebrazioni dello Storico Carnevale di Ivrea, sebbene dal 3 al 9 marzo ci sarà modo di partecipare a molti eventi correlati: mostre, giochi piriotecnici ecc. Il piatto forte però saranno come di consueto le sfilate con costumi storici e ovviamente l’immancabile battaglia delle arance, un rito che simboleggia la liberazione dalla tirannia in epoca medievale.
Per assistere alla spettacolare battaglia bisognerà recarsi a Ivrea il 6 marzo. Alle ore 14 partirà la Marcia del Corteo Storico da Piazza di Città, una sfilata con tutti i personaggi principali di questo Carnevale: dagli Alfieri, al Generale, passando per gli Abbà e il Podestà. Il posto d’onore è come di consueto per la Mugnaia, attorniata dalle sue damigelle e accompagnata dalla Scorta d’Onore.
Si tratta, dunque, di una preziosa rievocazione storica che invita i visitatori a conoscere meglio le origini di Ivrea e a scoprire i luoghi importanti della città. Al termine di questa sontuosa parata, partirà la Battaglia delle arance, con lancio dei frutti da 32 carri. La Battaglia delle Arance si svolgerà anche il 7 e 8 marzo, sempre nel pomeriggio. Infine, l’8 marzo alle ore 17:30 si svolgerà la cerimonia di premiazione delle migliori squadre di aranceri.
CENTO: Il Carnevale di Cento impegna solitamente le cinque domeniche precedenti la quaresima. La sfilata ha inizio nel primo pomeriggio. I carri di carnevale compiono due giri del percorso accompagnati dalla musica e da un gruppo di figuranti in maschera impegnati nelle coreografie. In Piazza Guercino è allestito un palcoscenico, dove il Patron del Carnevale presenta la manifestazione sempre accompagnato da volti noti del mondo dello spettacolo. La terza domenica, solitamente, le società preparano una sorpresa coreografica da esibire in piazza. L’ultima domenica avviene la proclamazione della classifica e la premiazione della società vincitrice. All’ultima parata segue tradizionalmente il rogo della maschera locale “Tasi” accompagnato da uno spettacolo pirotecnico.
Il Carnevale di Venezia, il Carnevale di Viareggio, di Cento e lo Storico Carnevale di Ivrea sono considerati tra i più importanti al mondo. La loro fama, difatti, travalica i confini nazionali e sono in grado di attrarre turisti sia dall’Italia che dall’estero. Anche nel Sud Italia il carnevale viene celebrato all`insegna della storia e delle tradizioni che affondano le radici in tempi antichissimi.
PUTIGNANO: Il Carnevale di Putignano e` alla 617ma edizione.La maschera caratteristica della manifestazione è chiamata Farinella e deve il suo nome all’omonima pietanza putignanese. E` uno dei carnevali più lunghi per durata. Comincia infatti il 26 dicembre con la cerimonia dello scambio del cero, in cui la gente porta un cero in chiesa, per continuare la sera con le Propaggini. La festa delle Propaggini consiste nella recita di versetti in rima in dialetto putignanese che prendono in giro i potenti del paese e vertono sugli argomenti più sentiti dell’anno trascorso. L’esposizione viene cantata da gruppi che si esibiscono con i costumi contadini tradizionali. A partire dal 17 gennaio, giorno di Sant’Antonio Abate, comincia un susseguirsi di appuntamenti, tutti di giovedì, in cui si ironizza su determinati strati sociali. Il carnevale si conclude il martedì grasso, con una sfilata serale e il funerale del Carnevale, rappresentato come un maiale. L`ingresso e` libero.
ACIREALE: Il Carnevale di Acireale, prenderà il via sabato. Viene definito il più bel Carnevale di Sicilia, uno dei più antichi dell’isola, e si svolge ogni anno nella città di Acireale in provincia di Catania. Tra le sue caratteristiche vi è la sfilata dei carri allegorici ed infiorati. I carri allegorico-grotteschi in cartapesta sono opere finemente lavorate, che danno il loro spettacolo attraverso migliaia di lampadine e luci, movimenti spettacolari e scenografie in continua evoluzione durante le esibizioni. Sono gli unici carri al mondo ad utilizzare simili impianti di luci e movimenti meccanici ed idraulici. I carristi lavorano tutto l’anno per offrire al pubblico uno spettacolo unico al mondo.
Francesca Billeri

Tags:

Altri Articoli Interessanti: