ViaggiNews

Guida | Svezia, alla scoperta di Malmoe: la città delle ‘contorsioni’

venerdì, 21 gennaio 2011

GUIDA SVEZIA MALMOE / MALMOE (Svezia) – Nell’area più meridionale della Svezia si trova la Scania, una pianura denominata come “granaio svedese”. Tra le sue città propone uno di quei classici modelli figli del ventesimo secolo, ma a noi quasi sconosciuti, Malmoe. Questa città è però salita agli onori della cronaca per aver dato i natali a Zlatan Ibrahimovic, l’attaccante del Milan. Di origine bosniaco-croata, Ibra è nato a Malmoe il 3 ottobre dell’81 ed ha militato nel club cittadino fino al 2001.

Di appartenenza danese fino al secolo XVII, Malmoe è da sempre un centro commerciale importante per i paesi nordici, grazie alla sua felice posizione geografica, che la colloca a cavallo del Mare del Nord e del Mar Baltico. Oltre alla sua funzione economica, ha un suo fortissimo valore internazionale, essendo una delle città più multuculturali d’Europa. Infatti, tra i suoi circa 280 mila abitanti, un 30% è nativo di altre nazioni (in maggior parte Iraq, Serbia,Polonia e Danimarca) con una varietà di 171 paesi diversi.

La città è nota soprattutto per due famose strutture architettoniche moderne, il ponte Öresundsbrone e il Turning Torso.

Ponte Öresundsbron: inaugurato nel luglio del 2000, situato sullo stretto di Öresund, è un’autostrada a quattro corsie e due binari ferroviari della lunghezza di 16 chilometri che unisce le città di Malmoe e Copenhagen. Il collegare la Svezia alla Danimarca ha contribuito a dare un valore aggiunto negli scambi tra paesi nordici, producendo ricchezza. È un miracolo dell’ingegneria con un percorso suggestivo, perchè dei 16 chilometri, 6 sono sott’acqua in un tunnel adagiato sul fondo del mare, per permettere alle imbarcazioni di navigare in superficie. La visione di un ponte che sparisce dalla vista come ingoiato dall’oceano è una visione da non perdere.
Turning Torso: questo è un grattacielo progettato dal più famoso architetto in vita, lo spagnolo Santiago Calatrava. Conclusi i lavori nel 2005, si è innalzato dall’alto dei suoi 190 metri(e 54 piani), come secondo edificio abituato più alto d’Europa. Situato vicono al ponte citato, questa torre, ispirata da una scultura che rappresenta un torso umano, dello stesso Calatrava, si torce su se stessa di 90 gradi dalla base al piano più alto.

La zona più antica della città, la Gamla Staden, è circondata da un canale. Le piazze principale sono la Stortorget (piazza maggiore) e Lila Torget (piazza minore). In Stortorget si trovano splendidi edifici del sedicesimo secolo, come il Municipio della città, con solenni sale di riunione, sede anche delle Compagnie delle Indie. Lila Torget, situata proprio accanto alla piazza principale, oltre ad avere palazzi della stessa epoca, ha una quantità elevata di ristoranti, soprattutto turistici. Dopo le due piazze si trova un cammino corto che separa la parte antica della città dal Castello (Malmöhus), unedificio del secolo XV di aspetto tetro, protetto da un fosso e con 2 torri ai lati. Alle sue spalle si trova uno splendido parco con al centro un grande molino tradizionale. Dalla prima metà del ventesimo secolo, il Castello ospita vari musei: quello di Storia, quello di Oggetti Militari e quello Marittimo. Da vedere sono anche le chiese di San Pietro, San Paolo e San Giovanni.

Come tutte le grandi città costiere, anche Malmoe offre una bella vita notturna, dove molti ristoranti dopo l’ora di cena si trasformano in sale da cocktail aperti fino alle 3 del mattino, soprattutto nella zona di Lila Torget. A Malmoe si trova anche la pista da ballo più grande della Scandinavia, lo Slagthuset, il “Mattatoio”. Sette giorni su sette si può fare festa, perciò anche una visita infrasettimanale puo’ andar bene. Per comprare i biglietti sarebbe opportuno dare un’occhiata alle compagnie low cost Maersk Air, Snowflake e Sterling.

Gerson Thierry Seregni

Tags:

Altri Articoli Interessanti: