ViaggiNews

Norvegia | Guida low cost di Oslo: città dalle mille sfumature

sabato, 8 gennaio 2011

NORVEGIA OSLO GUIDA LOW COST INFORMAZIONI / OSLO (Norvegia) – Tra le colline verdi della foresta di Marka e i fiordi di Oslo (Oslojjord) si trova la capitale della Norvegia, città marittima fondata nel 1048 e con quasi un milione e mezzo di abitanti. Nonostante il clima freddo, tipico dei paesi nordici, ha un alto tasso di immigrazione: più del 25% degli abitanti di Oslo è infatti nativo di altri paesi. Una città abbastanza piccola, comoda da girare e da visitarein 3 giorni. Anche perché un soggiorno più lungo verrebbe a costarvi anche caro. Infatti Oslo, è al pari di Copenhagen, Parigi e Tokio è  una delle città più costose al mondo. Ma andiamo per gradi:

L‘ inverno è il momento ideale per visitarla se volete vedere una città ricoperta di neve e i laghi ghiacciati. È abbastanza facile ed economica da raggiungere grazie ai voli low-cost. L’aeroporto di riferimento è quello di Rygge: da lì partono ogni 30 minuti dei pullman che portano nel cuore della città, fino alla stazione centrale, da dove parte la Karl Johans Gate, la via principale di Oslo. Nel percorso di questa via affollata per via dello shopping e per via dell’effetto salotto che ricrea, si possono visitare alcuni edifici storici, quali la Cattedrale di Oslo (Katedralskole), il Parlamento (Stortinget), il Teatro Nazionale(Christiania), sedi universitarie e infine, giusto in fondo alla via, il Palazzo Reale (Slottet). La lunga strada fu costruita proprio con l’intento di unire la residenza reale con la città e questo rende il primo giro turistico molto comodo.

Da non perdere poi, nel vostro soggiorno nella capitale norvegese, alcuni musei ed un ‘parco’ molto particolare. Eccoli nel dettaglio:

Museo dell’Imbarcazioni: la miglior conservazione delle imbarcazioni vikinghe(Drekar o Drakkar) si trova ad Oslo, dove si potranno apprezzare i mezzi di trasporto dei popoli germanici appartenenti alla Scandinavia, protagonisti di numerose imprese e battaglie.

Museo della Scienza e della Tecnologia: è stato il primo museo europeo ad aver ricevuto, nel 2008, il premio come museo più all’avanguardia nel mondo (Leading edge award for visitor experience) grazie ad un’esposizione sul cambio climatico. Ingresso gratuito.

Vigeland Sculpture Park: probabilmente la maggior attrazione della capitale. Un parco situato a nord della città ( a 30 minuti a piedi da Karl Johans Gate, o raggiungibile con il tram numero 15). 193 sculture distribuite in 32 ettari. Di particolare pregio: la Fontana sorretta da sei giganti e la piana del monolito (alta oltre 17 metri, costruita con 36 gruppi di granito e scolpita inoltre 14 anni di lavoro rapresenta 121 figure umane in diverse situazioni di vita).

Nobel Peace Center: se ne volete sapere di più sui premi Nobel e su Alfred Nobel, l’inventore del premio, è necessario visitare questo museo.

Museo di Munch (Munch-museet): Edward Munch è probabilmente assieme allo sceneggiaotore teatrale Ibsen, l’artista più famoso della Norvegia. E questo Museo con ingresso gratuito propone alcune delle sue opere più famose, tra le quali spiccano La Madonna e L’Urlo (che fu rubato qualche anno fa e poi ritrovato nel 2006). Ora i quadri sono ben custoditi dietro a delle vetrine, esposti assieme ad alcuni dipinti di altri pittori norvegesi del secolo scorso.

La Norvegia dimostra di non essere solo il paese dell’aurora boreale o della musica più estrema. Tante sfaccettature e numerose etnie lo rendono infatti un Paese molto interessante e da scoprire. Poi, la cucina: tanta e variegata, di ogni genere e per ogni gusto. Qui però arrivano le noti dolenti. Oslo, come già detto, non è una città economica, ed un pasto potrebbe restarvi sullo stomaco per il conto salato. Fate attenzione quindi a quante Corone norvegesi (0.13 euro) spendere per una cena. La zona più ricca di locali e ristoranti è il famoso molo di Oslo, l’ Akker Brygge, dove si riunisce gran parte della vita notturna della città. Spulciando bene i menù ve la potreste cavare con 30 euro in un ristorante oppure se puntante al risparmio scegliete un fast food. Buon viaggio!

Gerson Therry Seregni

Tags:

Altri Articoli Interessanti: