ViaggiNews

Capodanno | Safari in Sudafrica: brindisi con i leoni

lunedì, 13 dicembre 2010

CAPODANNO VACANZE SUDAFRICA SAFARI / ROMA – Abbandonate cappotti e maglioni e volate verso il caldo e la natura incontaminata, bella e selvaggia come non l’avete mai vista. In Sudafrica, mentre in Italia e in Europa battiamo i denti, è estate e i mesi di Dicembre e Gennaio sono i migliori per andare, non è troppo caldo e non ci sono piogge. Diametralmente dall’altra parte del nostro mondo, questo pezzo di Africa ne ha viste tante: dai colonizzatori, all’apartheid, a Nelson Mandela, ai mondiali di calcio. Un paese che vive sempre pericolosamente in bilico fra bianco e nero, deliquenza e sicurezza, povertà e ricchezza. Ma al di là delle dicotomie che spaccano questo Paese, si respria nell’aria gran voglia di riscatto e i Mondiali ne sono stati una testimonianza. Fuori dalle sue città, lontano dai quartieri di latta dei neri più poveri e dalle ville extralusso dei bianchi, lì nella savana,  la natura regna sovrana e le dicotomie non esistono. In Sudafrica ci sono alcuni dei parchi naturalistici più belli dell’intero Continente, così struggentemente belli che fanno venire il Mal d’Africa. Anche i bambini possono visitarli senza rischiare di contrarre la malaria (in molti safari in Kenya e Tanzania è obbligatoria infatti la profilassi antimalarica, ma per il fegato di un  bambino è sconsigliabile).

PER I BAMBINI – Uno dei safari che farà impazzire i più piccoli è quello al Sundown Ranch Lion Park, vicino Rustenburg: qui, esperienza unica al mondo, si possono prendere in braccio dei cuccioli di leone, gli si può dare il latte (ovviamente sotto la stretta supervisione di assistenti e veterinari). Sembrano dei gatti un poò cicciotelli, invece sono piccoli Re della Foresta.

FRA LEONI ED ELEFANTI – Se poi non volete perdervi i Big Five, come li chiamano da questi parti, ossia leone, elefante, rinoceronte, leopardo e bufalo, dovete visitare la più grande e famosa riserva naturalistica del Sud Africa, il Kruger Park.  Il parco, il terzo in Africa per dimensione,copre un’area di circa 20.000 kmq, quanto la nostra Puglia ed è stato nominato dall’UNESCO Riserva Internazionale dell’Uomo e della Biosfera. Al suo interno innumerevoli specie di piante e di fauna: oltre ai big five (chiamati così perché durante le battute di caccia erano gli obiettivi più ambiti) anche zebre, ippopotami, giraffe, iene e antilopi. Al Kruger potrete ammirare la bellezza degli animali, incrocirare i loro sguardi, immersi nella naturalezza della savana. Se poi  alloggerete all’interno del Kruger, sarete autonomi di girare con la vostra macchina tutto il parco senza la supervisione di un ranger. E gli avvistamenti sono assicurati.

PREZZI – I prezzi, a dispetto di quanto si creda, sono per tutte le tasche (dalla doppia a 60 euro al lodge super lusso  a partire da 350 euro a testa  a notte). Al Kruger poi tante formule per  venire incontro alle esigenze delle famiglie e tante idee per un’indimenticabile luna di miele. Se al non gradite il ‘fai da te’ potete rivolgervi ad un’agenzia specializzat:  i prezzi a settimana a persona si aggirano sui 2000 euro. Festeggiare l’arrivo del nuovo anno guardando negli occhi il Re della Foresta è un’esperienza affascinante e rigenerante per l’anima.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: